ArcelorMittal, ancora CIGO da fine settembre

 

Il perdurare della crisi del mercato dell'acciaio alla base della nuova richiesta
pubblicato il 03 Settembre 2019, 11:54
19 secs

ArcelorMittal Italia ricorre ancora alla CIGO. L’azienda, come fa sapere in un comunicato diffuso alla stampa, “ha comunicato alle OO. SS. la richiesta della proroga per 13 settimane dell’intervento di Cassa Integrazione Ordinaria (CIGO) per lo stabilimento siderurgico di Taranto a partire dal 30/09/2019 fino ad un numero massimo di 1.395 dipendenti per giornata lavorativa”.

Il perdurare della crisi del mercato dell’acciaio alla base della nuova richiesta: “Si tratta di una decisione motivata dalla permanenza delle criticità di mercato e dall’insufficienza della domanda che hanno portato alla prima richiesta di CIGO e questo nonostante le iniziative industriali e le strategie di marketing intraprese dall’Azienda. A tale situazione, si somma anche il fatto che ad oggi la Commissione Europea non ha ancora avviato azioni sufficienti al sostegno dei produttori europei e del mercato di riferimento della produzione dello stabilimento di Taranto. Nei prossimi giorni – conclude la nota -, degli incontri sono già pianificati con le Organizzazioni sindacali locali”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)