Ex Ilva, Fiom: “Emissioni dall’area cokeria”

 

Il sindacato dei metalmeccanici della Cgil denuncia odierne emissioni diffuse e fuggitive visibili provenienti dall'area cokeria
pubblicato il 21 Agosto 2019, 16:42
18 secs

In merito “alle odierne emissioni diffuse e fuggitive visibili provenienti dall’area cokeria“, la Fiom Cgil “ritiene inaccettabile il verificarsi di tali fenomeni e chiede di conoscere le cause di tale anomalia e i report del monitoraggio ambientale con particolare riferimento ad eventuali superamenti“. Lo si legge in una nota del sindacato dei metalmeccanici della Cgil, inviata questo pomeriggio al direttore dell’Area Primary dello stabilimento ArcelorMittal Italia ex Ilva l’ing. Stefan Michel Van Campe, al responsabile dell’Ufficio relazioni industriali dell’azienda Cosimo Liurgo e all’ARPA Puglia.

Difficile al momento ipotizzare una correlazione con la puzza di gas avvertita anche quest’oggi dai cittadini dei quartieri Tamburi e Paolo VI, anche se non si può escludere soprattutto dopo le rassicurazioni di Eni. Visto che nel luglio dello scorso anno vi fu, durante la fase di messa in sicurezza di una tubazione nell’ambito di interventi di manutenzione nell’Area Cokeria dello stabilimento Ilva di Taranto, una fuoriuscita di gas.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)