Cinzella Festival: rock senza confini

 

Il Cinzella Festival attende stasera gli Afterhours, mentre notte pop rock ieri con i Marlene Kuntz e White Lies
pubblicato il 19 Agosto 2019, 13:02
3 mins

Non è per tutti il Cinzella Festival, le scelte della lineup non trovano riscontro nelle play list che siamo abituati ad sentire nelle radio dai grandi ascolti ma non si tratta nemmeno di band di nicchia per gli orecchi più raffinati. Una via di mezzo per coloro che cercano un rock ed un pop che supera i tempi attuali e dà uno sguardo anche al passato.

Ieri i due palchi hanno ospitato i Marlene Kuntz che hanno duplicato la serata offrendo la doppia faccia della loro personalità. Intima e intimistica la parte dedicata alle sonorità acustiche, dove il privilegio della voce e degli strumenti hanno creato una sorta di abbraccio con il pubblico. Un ascolto più appropriato per coloro che hanno poca dimestichezza con le loro sonorità e che ha permesso di apprezzare il loro percorso musicale che si snoda già da venti anni. Più tosta la loro seconda esibizione con un ‘muro di suono’ l’ha definito uno specialista come Marcello Nitti, dove l’impronta sperimentale la fa da padrone, grazie ad una matrice di improvvisazione. Ne scaturisce un suono granitico come una barriera che poi si rompe per le singole espressioni musicali che si stratificano.

In questa onda musicale i White Lies (che hanno presento il nuovo album Five) raccolgono vent’anni di suoni rock e pop, si sentono contaminazioni che hanno caratterizzato la musica, soprattutto inglese, già dagli anni ’60, maggiormente dagli anni ’80 in poi, con guizzi di Bowie, piuttosto che Queen. Secondo lo stesso Nitti ogni gruppo ha la sua anima, non sempre riconducibile ad una linea musicale precisa, ma può rifarsi a varie band e magari non vi è consapevolezza. L’ascolto è coinvolgente, a volte già sentito ma gradevole.

Quindi nel complesso la serata ha offerto uno spettacolo vario e, per alcuni, anche commovente. A completare questo happening della musica il dj-set di Luca De Gennaro.

Un’area delle Cave di Fantiano (Grottaglie) dove l’evento è in corso ospita anche un mercatino tra il vintage, la musica e l’artigianato ed un’area food dove si passa dal cibo gourmet, alle scelte vegane, passando al classico street food e alla frutteria, con birra e vino da accompagnamento.

La festa continua stasera, 19 agosto, con gli attesissimi  Afterhours ed il suo leader Manuel Agnelli, mentre domani (20 agosto) di scena saranno i Franz Ferdinand in esclusiva per il centro sud, a completare una quattro giorni di intensa musicalità.

Il Cinzella Festival è organizzato dall’Associazione Culturale AFO6 – Convertitori di idee in collaborazione con RADAR Concerti e con il Patrocinio di APULIA film Commission, per la direzione artistica dell’attore Michele Riondino.

 

 

Condividi:
Laureata in Lettere Moderne. Giornalista. Ha partecipato al Corso di Giornalismo dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia. 2 figli. Ha lavorato per alcune emittenti televisive locali: Videolevante, Studio 100, Telerama, Jotv, Tele.5 (in qualità di direttore). Ha collaborato con Taranto Sera, Voce del Popolo, Paese Nuovo (allegato de L'Unità), Pigreco, Tarantoggi, Primaveraradio (circuito Popolare Network), Magazine (in qualità di direttore), Edili, Radiocittadella. Ha curato numerosi uffici stampa, tra cui il Comune di Lizzano e l'Associazione Musicale della Magna Grecia, Magna Grecia... il Premio (Provincia di Taranto), Crest, VIALIBERA. Ha condotti programmi televisivi e radiofonici.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)