Nel cuore di agosto musica e teatro

 

Nel week end Thea Crudi a Mottola, “U condominie de le spustate” in Villa Peripato e Beer-Bop-A-Lula a Crispiano
pubblicato il 16 Agosto 2019, 12:17
11 mins

Si terrà il 16 agosto nel Villino Odaldo, a Mottola, in contrada Tamburello, il concerto di Thea Crudi, cantante italo – finlandese con formazione jazzistica internazionale, ricercatrice sonora, performer, compositrice e operatrice olistica, che dedica la sua ricerca spirituale al suono come meditazione, come ponte fra il visibile e l’invisibile. Si tratta di un concerto speciale, di armonie vocali sperimentali, intrecciate a melodie orientali con una voce senza tempo e molto evocativa, in grado di coniugare in modo unico i mantra con la musica.

A organizzare l’evento culturale, che vede il patrocinio del Comune – Assessorato alla Cultura, è l’associazione Terra Nuova, presieduta daTommy Gentile. Un’associazione che il prossimo 12 novembre compie dieci anni di attività e che per l’anno sociale 2018 – 2019 vanta 108 iscritti rispetto ai 78 dello scorso anno.

Introduce Francesca Mongelli. Ospite, l’eclettica percussionista Daniela Mazza. Al termine del concerto degustazione a base di succhi bio, frutta fresca appena raccolta, tisane, dolci, focacce e altre prelibatezze, rigorosamente vegane e salutari. Il tutto con la collaborazione di Barbara Lattarulo, Alessandra Rusciano, Dascia Giorgia Sasso, Lino Mongelli e il supporto di Mutijara.

“Sarà un evento per palati raffinati – assicura il M° Leo Caragnano – . Grazie al dono di una voce celestiale e alla profonda dedizione nella sua ricerca musicale, Thea propone un condensato sonoro esclusivo, capace di unire oriente e occidente in uno stile unico nel suo genere, creando un ponte fra queste due culture apparentemente opposte, ma in realtà complementari tra loro. Avere Thea a Mottola per noi è un onore – aggiunge Tommy Gentile – ma anche una conquista per l’anima”.

Thea Crudi, da anni, approfondisce gli insegnamenti dello Yoga del Suono tratti dai Veda, gli antichi testi della filosofia indiana. Dopo aver studiato in alcuni dei conservatori più prestigiosi d’Europa laureandosi con il massimo dei voti (Conservatorio di Amsterdam, Conservatorio Rossini di Pesaro), ha vissuto sull’isola di Java grazie a una borsa di studio nel prestigioso Indonesian Institute of the Arts (ISI) di Surakarta e si è specializzata nel canto (Sindhenan) e nelle danze dell’antica tradizione Gamelan javanese.
Ha appreso le tecniche vocali e ha approfondito il potere del suono dei Mantra nella vocalità spirituale orientale e nel movimento, studiando ed esibendosi con grandi maestri e musicisti di fama internazionale. Il 16 agosto, dalle ore 20, sarà a Mottola per un concerto terapeutico, con tanto di mantra, suoni sacri dall’Himalaya, harmonium e campane tibetane.

 

 

 Sabato 17 agosto nell’ambito della Rassegna Estiva della Villa Peripato, la cui Direzione Artistica è curata da Gabriella Casabona, si torna a ridere con la commedia comica italo dialettale in due atti dal Titolo “U condominie de le spustate” portata in scena dalla compagnia Nati per caso. Inizio spettacolo ore 21,00. Costo del biglietto posto unico numerato €6,00. La vendita dei biglietti sarà effettuata direttamente la sera dello spettacolo al botteghino della Villa con ingresso da via Pitagora 71.

“U condomini de le spustate” è la storia di Aldino e Pasquina, il primo prepensionato dell’Ilva che passa il suo tempo a fare il capo condomino ….(no l avess mai fatto)e la moglie casalinga, Pasquina, donna molto gelosa specialmente quando arriva in casa la signorina Lulù a chiedere aiuto ad Aldino suo. Da qui una serie di personaggi strani come Titina, la pettegola del condomino che sa le notizie prima di studio 100. Come in un condomino che si rispetti poi c’è chi canta e chi vuole il silenzio come il signor Tristezza, chi sporca e chi vuole la pulizia come le signorine Tortorella e per placare i litigi ci vorrà l’intervento dei carabinieri e per finire una vecchia storia d’amore tra il tecnico dell’ascensore Walter e la signorina Lulù. Insomma la fotografia di un condominio qualsiasi dove non sempre e non tutti vanno d’accordo, anzi. Tra il pubblico sicuramente più di qualcuno si rivedrà nei panni dei personaggi. Storie di quotidiana realtà, amplificate e rappresentate con ironia proprio per sdrammatizzare. Risate a fiumi, peccato perdere l’occasione per divertirsi.

 

 

 

 

 

 

Nel cuore della rassegna musicale Scariche Sonore, torna a Crispiano per il terzo anno consecutivo la parentesi rockabilly tutta da ballare del Beer-Bop-A-Lula. A chi arriverà in piazza San Francesco nel weekend sembrerà di essere stati catapultati negli anni ’50. Si comincia sabato 17 agosto con la band Billie Hard, per proseguire domenica 18 agosto con i Marilù, direttamente dalla Sicilia. I concerti sono gratuiti e chi volesse prenotare il posto a sedere può telefonare allo 099.4005927. Entrambe le serate cominceranno alle 21.30.

17 agosto – BILLIE HARD
Band rock’n’roll formata nel novembre 2011 da Marzio Palmieri e Giacomo Ristano. Il nome Billie Hard richiama il genere musicale rockabilly e lo stile anni ’50 di artisti come Elvis Presley, Little Richard, Jerry Lee Lewis, ecc. Difatti lo show dei Billie Hard fa rivivere lo spirito dei mitici anni ’50 con il ritmo del vero rock’n’roll. La band riunisce la chitarra blues rockegiante di Marzio Blues, la voce calda e travolgente di Jack Ristano, il ritmo old style di Paul Meraviglia alla batteria e le ipnotiche melodie di basso di Andrea Di Barius. I Billie Hard durante il loro percorso artistico hanno suonato in numerosi luoghi della Puglia, Basilicata, Molise, Calabria, Abruzzo e Campania, si sono esibiti in centri commerciali, locali e piazze, hanno partecipato a trasmissioni radiofoniche e sono stati ospiti di grandi motoraduni tra centinaia di Harley Davidson e grandi Cadillac americane. Nel dicembre 2012 si esibiscono in un concerto speciale a Trani ospitando sul palco Salvatore Cafiero, chitarrista delle cantanti Dolcenera e Emma Marrone, insieme a Laura Calcagno, violinista comparsa nello show Italia’s got Talent. Nel 2013 la band fa conoscere al pubblico il primo brano autoprodotto, pubblicandolo sul web e sulle radio locali. Si tratta del remake del brano del 1945 di due autori italiani Nella Colombo e Gigi Beccaria, “Perduto Amor”. Nel 2014 i Billie Hard tornano a collaborare con Salvatore Cafiero (nel frattempo diventato chitarrista di Gianluca Grignani), questa volta insieme alla sua band, Suck My Blues. Nel 2017 partecipano al “South Italy Blues Connection”, una convention nazionale di musicisti professionisti e non, che richiama una settantina fra i più importanti gruppi blues d’Italia, mettendo a confronto le esperienze musicali e di formazione di tutti i partecipanti. L’anno successivo viene lanciato il videoclip “Billie Hard in Cinema”, un medley di cover che affrontano un viaggio attraverso le colonne sonore tutte in stile rock’n’roll dei film più belli di sempre. A dicembre tornano in scena con uno spettacolo natalizio intitolato “Christmas Show”, e con l’uscita di un videoclip musicale che lancerà il loro tour in Puglia, Basilicata, Campania, Molise e Abruzzo. Lo scorso 3 luglio è uscito il loro nuovo videoclip “Billie Hard Aloha from 50s”, un medley di canzoni che affonda le radici nella musica vintage latin.

18 agosto – MARILÙ
Marco Gioè, brillante chitarrista, e Andrea Amico, esplosivo contrabbassista, dopo una lunga esperienza live con prestigiose band e live in tutta Europa insieme al batterista Salvatore Montante, formano i Marilù, un progetto artistico che si concretizza con l’uscita del loro primo disco, “Soltanto un Twist” per la Muddy Waters Records. Inizia così una stagione di concerti molto proficua e ricca di successi lungo tutta la Penisola. In poco tempo la band riesce a guadagnarsi la fama di rock’n’roll band tra le più rappresentative in Italia. Hanno suonato in prestigiosi eventi come la “Notte delle stelle”, in occasione del Festival internazionale del cinema di Berlino, in diversi club (Magnolia e Leoncavallo di Milano, Atlantico e Micca Club di Roma, Fuori Orario di Reggio Emilia, Chat Baker di Bologna, Ma di Catania, Teatro Lelio di Palermo e molti altri) e nei maggiori festival del genere (Summer Jamboree di Senigallia, Custom Party di Atessa, Vintage Roots di Inzago e il Roma Vintage). Non mancano le partecipazioni televisive, infatti è proprio su Canale 5, davanti a oltre dieci milioni di telespettatori, che presentano il loro nuovo singolo, “Cinderella”, in concomitanza con l’uscita del secondo album, “Cinderella Rock”. Entrano a far parte della classifica stilata dal circuito delle radio indipendenti e promossa dal MEI (Indipendent Labels Meeting) per ben due volte: la prima con il singolo “Soltanto un Twist” e la seconda con “Jenny”. Groupon sceglie una loro canzone come colonna sonora di uno spot e il Summer Jamboree utilizza “I ragazzi fifties” come jingle dell’edizione 2013 del festival. Diverse sono le recensioni, interviste e articoli sulla stampa, sia nazionale che estera. Il 23 ottobre del 2013 esce “Cinderella Rock”, sempre per la Muddy Waters Records, undici brani di cui otto inediti, che raccontano di un viaggio alla ricerca di Marilù. Il disco è registrato e mixato da Aldo Giordano presso i Rec Studio, e masterizzato da Toby Mountain (Beach Boys, David Bowie) presso i NorthEasternDigital, southboro (MA – USA).

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)