Polizia, Ferragosto: potenziati i servizi di sicurezza

 

pubblicato il 14 Agosto 2019, 11:02
2 mins

In vista del Ferragosto la Questura di Taranto ha potenziato il dispositivo di sicurezza, prevenzione e controllo del territorio, schierando maggiori equipaggi e garantendo una significativa presenza sul territorio e un’intensa attività di prevenzione e controllo nelle vie cittadine, nelle località balneari, lungo le arterie stradali, nelle stazioni ferroviarie e presso il porto.
Il Piano sicurezza ha infatti tradotto una maggiore presenza degli agenti sul territorio recependo le indicazioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto dr.ssa Antonella Bellomo e  dal Tavolo Tecnico che si è svolto presso la Questura di Taranto.
Già nel pomeriggio di oggi la Litoranea Jonico-Salentina sarà presidiata da pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie Locali, ognuno per il tratto di propria competenza. Saranno interessati i tratti da Punta Prosciutto sino a Leporano e da Lido Azzurro a Marina di Ginosa, con una particolare attenzione nel tratto ricadente nel Capoluogo Jonico e in Viale del Tramonto. Oltre che alla velocità, rilevata con i più moderni mezzi tecnici, le pattuglie della Polizia Stradale presteranno particolare cura alla verifica della soglia di alcool o dell’abuso di sostanze stupefacenti da parte degli automobilisti, così da prevenire drammatici incidenti.
La Questura di Taranto intende garantire la sicurezza e l’ordinato svolgimento degli eventi pubblici programmati nei luoghi di balneazione cittadini e di provincia, con particolare attenzione al tradizionale fenomeno dell’accensione di “falò” in spiaggia durante la notte di Ferragosto e all’installazione di tende o gazebo sulle spiagge libere del litorale, compromettendo la salvaguardia dell’ambiente e limitando la libera fruibilità delle aree pubbliche. Anche i Commissariati distaccati potenzieranno i servizi: Manduria per la sua diretta competenza sul tratto più affollato della Litoranea; Martina Franca e Grottaglie per l’aumento del flusso turistico nei Comuni dell’area.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)