ArcelorMittal, ricollocazione gruisti: indetto sciopero

 

Fim, Fiom e Uilm: "Criteri sbagliati e non condivisi": stop dal 21 al 23. I sindacati non escludono altre iniziative
pubblicato il 13 Agosto 2019, 16:17
3 secs

ArcelorMittal, i sindacati Fim, Fiom e Uilm hanno indetto uno sciopero di tre giorni (21, 22 e 23 agosto) dei lavoratori del reparto Ima1 (Impianti marittimi). Lo sciopero è stato indetto per protestare contro la ricollocazione dei gruisti che risultano in esubero dopo il sequestro dell’area disposto dalla Procura nell’inchiesta sull’incidente del 10 luglio in cui è morto Mimmo Massaro.


Dell’informativa aziendale, Fim-Fiom-Uilm contestano la “ricollocazione dei lavoratori presso altri reparti, tra cui parchi e cokerie”, contestando il fatto che siano “sbagliati i criteri adottati, che non sono stati condivisi con le organizzazioni sindacali”. Ma non solo, perchè in mancanza di risposte dell’azienda, è stato proclamato lo sciopero dal 21 al 23 agosto. Nel comunicato inviato all’ufficio Relazioni industriali, al direttore di area e al capo area dello stabilimento ArcelorMittal, Fim-Fiom-Uilm non escludono “ulteriori iniziative”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)