Boxe: il bilancio sportivo lunsinghiero della Quero-Chiloiro

 

pubblicato il 12 Agosto 2019, 18:18
4 mins

Tempo di bilancio per la Quero-Chiloiro, la società campione d’Italia 2018, campione d’Italia Giovanile 2013, 2014, 2017, 2018, stella d’argento al valore sportivo CONI e fucina di tanti talenti che nel corso di questi ultimi quarantanove anni, dalla fondazione della società a opera del maestro benemerito Vincenzo Quero, hanno dominato i ring di tutto il mondo rincorrendo il sogno della boxe.

Dopo il rovente tour “Estate 2019”, conclusosi il 3 agosto, la Quero-Chiloiro può vantarsi di aver organizzato in quest’anno di attività agonistica ben dieci eventi pugilistici suddivisi in dodici giornate. L’anno è iniziato con il 2^trofeo Netium svoltosi presso il centro commerciale Mongolfiera di Molfetta, che ha visto come protagonista di un match professionistico il cruiser Claudio Squeo; a seguire, è stato organizzato il 3^trofeo Città di Palagianello presso la scuola media Marconi di Palagianello. Suddivisi in tre giornate, si sono svolti nel tensostato delle Fiamme oro di Brindisi il torneo regionale FPI élite 2^serie e il 19^trofeo dell’amicizia, che hanno visto gareggiare alcuni tra i migliori atleti provenienti dal territorio jonico. Il 3^trofeo Masseria Ruina a Faggiano si è fregiato del debutto del peso medio Cosimo Attolino nel professionismo, successivamente si sono svolti il 4^trofeo Città di Conversano presso il bell’anfiteatro Belvedere e il 2^trofeo Città di Laterza al parco urbano Giovanni Paolo II. A luglio, l’organizzazione più importante dell’anno per la Quero-Chiloiro è stata un successo strepitoso, quando la centrale piazza Immacolata di Taranto è stata letteralmente invasa dal pubblico che ha assistito al 18^trofeo Città di Taranto e ha esultato nel match del beniamino di casa Attolino al suo secondo incontro “pro”; l’evento ha raggiunto più di diecimila visualizzazioni ed è stato trasmesso in differita nazionale sul canale del digitale terrestre fight network. Gli ultimi tre eventi organizzati “per ora” dalla Quero-Chiloiro sono il 3^trofeo San Giovanni in piazza san Giovanni a Sava, il 12^trofeo città di Mottola in piazza XX settembre e la 6^edizione di Boxe sotto le stelle in piazza Kennedy a Castellaneta marina.

Contemporaneamente alle partecipazioni delle riunioni casalinghe, i pugili della Quero-Chiloiro hanno girato quasi tutta l’Italia per le impegnative trasferte svoltesi in diversi luoghi: Milano, San Severo in occasione del confronto Italia-Albania, in Piemonte per il torneo nazionale femminile élite 2^serie, presso  il Roma Convention Center per l’assalto al titolo italiano pesi medi del professionista Marco Boezio, in Sardegna a Jerzu, a Barletta, in provincia di Pescara, a Magione in Umbria, a Gorizia per il Guanto d’oro maschile trofeo “Aldo Garofalo”, a Latina, Livorno, Castel di Casio a Bologna e infine Tricase.

I match dilettantistici sono in totale 109, di cui 78 vittorie, 9 pari e 22 sconfitte, alle quali si aggiungono 3 vittorie e 1 sconfitta dei match professionistici. Accanto a questi traguardi, spiccano quelli del fiorente settore giovanile: 88 partecipazioni di 26 piccoli atleti della Quero-Chiloiro dei sui 40 tesserati al settore giovanile della Federazione Pugilistica Italiana nei sei criterium organizzati nelle varie tappe pugliesi, uno dei quali è stato organizzato dalla società tarantina presso la struttura del Palafiom a Taranto.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)