“Festa del mare”, il 27 e 28 luglio

 

Iniziative fra sport, musica, cultura e tradizione a cura de “Il Palio di Taranto”
pubblicato il 22 Luglio 2019, 15:33
4 mins

Avrà luogo sabato 27 e domenica 28 luglio la “Festa del mare”, organizzata dal “Palio di Taranto”. L’evento, fra sport, musica, cultura e tradizione, è stato presentato stamane, lunedì 12, nel castello aragonese.

A far gli onori di casa, l’ammiraglio Salvatore Vitiello, il quale ha riferito che “…per il grande merito di aver fatto innamorare tanta gente degli sport marinareschi, la Marina Militare non può che essere vicina alle attività del “Palio di Taranto”, mettendo a disposizione le sue strutture”.

Domenica 28 (ha illustrato Francesco Simonetti, presidente del “Palio”) ci sarà l‘appuntamento di maggior spicco. Si tratta della regata di barche a dieci remi su lancioni, cui prenderanno parte equipaggi maschili e femminili di otto marinerie, fra cui quelle di Reggio Calabria, Catania, Brindisi, Giovinazzo, Vasto, Bari e, naturalmente, Taranto. La gara  si svilupperà nel canale navigabile e si articolerà in due manche: al mattino (dalle ore 9.30 alle 12.30) e al pomeriggio (dalle ore 17 alle 19). Su un lato del canale sarà disposto un corridoio di emergenza per il transito delle imbarcazioni.

Subito dopo la gara ci si sposterà nella piazza d’armi del castello aragonese per la cerimonia della premiazione. Alle ore 21, sempre nel Castello Aragonese, avrà luogo lo spettacolo musicale “La notte delle chitarre”, organizzato in collaborazione con l’Ateneo della Chitarra, il cui programma è stato illustrato dal presidente, prof. Pino Forresu. La serata, presentata da Adriana Venturi e Massimo Brandimarte, vedrà l’esibizioni della ballerina di flamenco Andreina Cifelli , dei chitarristi Juan Lorenzo, Rod Mannara, Angelo Barricelli, del duo Ludmila Ignatova-Andrea Monarda e dell’ensemble “Chitartarentum”. Inoltre il pubblico potrà apprezzare le performances di danza de “Le Sirene del Nilo”, gruppo fondato nel 2007 dalle sorelle Ingrid e Debora Ciriaco e da Bruna Coku. L’ingresso è gratuito.

Il programma della “Festa del mare” prevede per sabato e domenica, dalle ore 18 alle ore 21.30 nel castello aragonese (ponte del fossato e piazza d’armi) una dimostrazione di antichi mestieri tradizionali, quali quelli de “u meste d’ascia”, “u retarule”, “u nassare”, “u cuenzarùle”, u zucàre”, “u cuzzarùle” e “u seggiare”, a cura di Nicola Giudetti.

“La manifestazione organizzata dal ‘Palio di Taranto’ – ha detto l’assessore alla cultura Fabiano Marti – s’inserisce ottimamente fra gli spettacoli dell’estate tarantina soprattutto perché evidenzia il legame della città con il mare e valorizza ulteriormente siti di grande attrattiva quali il canale navigabile e soprattutto il castello aragonese, che in questi giorni sta ospitando con successo i concerti del ‘Locomotive Jazz Festival’. Tutto ciò sarà anche di buon augurio per la data del 24 agosto, quando sarà decisa la sede dei ‘Giochi del Mediterraneo’, per i quali la nostra città ha avanzato la  candidatura”. Infine anche il presidente provinciale del Coni, Michelangelo Giusti, ha evidenziato il grande impegno dell’associazione ‘Palio di Taranto’ per la promozione degli sport legati al mare.

Hanno assicurato il patrocinio alla ‘Festa del Mare’: Regione, Provincia, Comuni di Taranto, Reggio Calabria e Catania, Marina Militare, Agenzia nazionale turismo, Coni-Comitato regionale, Università Aldo Moro, Autorità Portuale, Assomat, Arpa Puglia, Puglia Promozione, Ateneo della Chitarra, Pro Loco Taranto e Centro sportivo italiano.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)