Verso Taranto 2025: il Coni entusiasta dello spazio dedicato allo sport al Magna Grecia Festival

 

pubblicato il 21 Luglio 2019, 10:05
3 mins

Vincente per interesse ed emozioni l’idea del Sindaco Melucci e dell’assessore Marti di dedicare all’interno del Magna Grecia Festival 2019, importante appuntamento estivo con la musica, un momento di sport in attesa dell’auspicata assegnazione a Taranto dei Giochi del Mediterraneo.

Il CONI Jonico con entusiasmo ha aderito all’iniziativa collaborando con l’amministrazione comunale ed il maestro Piero Romano per far sì che in ognuno dei sette appuntamenti musicali in programma tra la Villa Peripato e l’ex Convento di Sant’Antonio intervenga un atleta tarantino, eccellenza sportiva a livello nazionale ed internazionale, per caldeggiare la candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo.

Un breve intermezzo per parlare di sport ma anche dei sacrifici e delle emozioni dei nostri campioni, alcuni dei quali protagonisti anche di precedenti edizioni delle Olimpiadi di Pechino 2008 e dei Giochi del Mediterraneo che si sono svolti nel 2018 in Spagna.

Sono giá saliti sul palco durante la serata del 15 luglio l’ ex maratoneta delle FF.OO. Ottavio ANDRIANI che peraltro ha partecipato alle olimpiadi di Pechino del 2008 e il velista di caratura internazionale AIRO’ Andrea mentre ospite della serata del 19 luglio presso l’ex convento di Sant’Antonio è stato il tarantino Giovanni SCIALPI con , tra gli altri prestigiosi risultati a livello nazionale, i suoi 2 titoli internazionali conquistati nel Taekwondo ed attualmente tecnico federale mentre ieri è stata la volta di Elisa IMPERATRICE oro agli europei con la nazionale femminile “Sordi” di pallavolo mentre il 24 luglio ospite della serata sará  la squadra di tiro a volo con il suo capitano Saverio Amoroso anche presidente dell’ASD Circolo IlVA.  A conclusione di questa interessante combinazione musica-sport il 31 luglio ci sará Giusy ANCONA ex ginnasta della nazionale italiana ed attualmente tecnico federale e giudice di gara internazionale mentre il 5 agosto salirá sul palco il giovanissimo Francesco MAGRI’ speranza del pugilato Tarantino giá medaglia d’oro ai campionati Assoluti nel 2017 nonché atleta della nazionale italiana ai giochi del mediterraneo del 2018 che si sono svolti in Spagna.

“Una piccola rappresentanza delle eccellenze tarantine nello sport – ha evidenziato Michelangelo Giusti del CONI. I campioni tarantini sono tanti e delle discipline più varie ma molti non hanno potuto partecipare in quanto impegnati in competizioni internazionali o in preparazione a prossime competizioni tra i quali – che menziono solo per la sua giovanissima etá e solo perché in ordine di date é l’ultima campionessa tarantina – la nuotatrice PILATO Benedetta primatista nazionale qualche settimana addietro nella specialitá rana sui 50 metri agli internazionali juniores di Roma. La candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo non può prescindere dal coinvolgimento di tutta la cittá e questa iniziativa va
sicuramente in tale direzione””.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Un Commento a: Verso Taranto 2025: il Coni entusiasta dello spazio dedicato allo sport al Magna Grecia Festival

  1. AdT

    Luglio 22nd, 2019

    I giochi del mediterraneo non esistono più, in realtà, dalle precedenti due edizioni, perché non sono più finanziati. Ecco la ragione per cui Taranto è ormai unica candidata. È una manifestazione generata dalla diplomazia anni ’60 e’ ’70, che oggi non ha molto senso e per cui gli stati associati non versano più le quote. Dopo 2009 Pescara, durante la cui organizzazione i fondi terminarono, lasciando nel caos – visibile anche oggi, basta chiedere a un pescarese – un bel po’ di strutture, nel 2013 fu cambiata sede all’ultimo secondo, perché appunto senza fondi non realizzi il necessario, e ci si appoggiò a chi aveva già i palazzetti etc. (Mersin); nel 2017 invece non c’è stata, in quanto a Tarragona non fecero a tempo, si fece alla carlona l’anno successivo, senza alcun particolare ritorno nè infrastrutturale nè turistico nè mediatico; non si sa come stia messa l’edizione, forse del 2021, di Orano e quella di Taranto, prima nella storia senza gara perché senza contendenti (ma chi la vuole più…), potrebbe svolgersi poveramente nel 2025 o anche nel 2026, o anche non svolgersi del tutto. Questa ê la realtà. Il resto è Italia e Melucci. 🙂

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)