Taranto FC: con Guaita è un attacco da 80 reti. Firma anche Matute

 

pubblicato il 21 Luglio 2019, 09:43
2 mins

La miglior risposta per silenziare gli strumentalizzatori di piazza………….. il presidente del Taranto , Massimo Giove la sta dando allestendo una squadra – come già scritto in precedenza – da o la va o la spacca; una squadra che si candida ad essere la protagonista del girone H della serie D.

La miglior risposta, si spera, verrà dal campo perché di squadre partite con il vento dell’ottimismo in poppa in questi anni ne abbiamo viste tante e altrettante si sono arenate nelle torbide acque del campionato dilettanti.

Nelle scorse ore è stato ufficializzato l’arrivo di Leandro Guaita, estroso esterno argentino classe 1986, che nelle ultime tre stagioni ha fatto le fortune  del Potenza, con cui l’anno scorso ha collezionando 32 presenze e 4 gol nel campionato di Serie C.
“Sono qui perché il progetto è ambizioso e davvero importante” – ha dichiarato il giocatore al sito ufficiale del Taranto – “La passione del presidente, della società e la sua serietà nel lavorare mi hanno conquistato. Conosco già il mister e questa è un’arma in più. Sono felice di approdare in una piazza così prestigiosa che ha una tifoseria unica per calore ed attaccamento. E’ una sfida che dobbiamo vincere insieme”.

Guaita va ad aggiungersi ad un reparto offensivo di grande spessore ed esperienza (lo stesso Guaita, Genchi, Croce e Oggiano sono sopra i 30 anni) che, stando alle intenzioni dell’allenatore Ragno, dovrebbe garantire quegli ottanta gol che servono statisticamente ad una squadra vincente in serie D.

Il club rossoblù ha annunciato anche un altro giocatore di grande esperienza: Kelvin Matute centrocampista camerunense classe ’88, lo scorso anno ad Avellino in serie D ma con una lunga carriera tra i professionisti alle spalle (ha giocato a Crotone, Vercelli e Cesena, tanto per citare alcuni club). Sicuramente, questo, un acquisto di spessore.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)