Giuseppe Tulipani al ‘Paisiello’

 

In primo piano la tutela dei diritti dei disabili
pubblicato il 21 Luglio 2019, 08:43
3 mins

La presenza di Giuseppe Tulipani, Garante Regionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, al Conservatorio di Taranto “G. Paisiello”, in occasione di alcune sedute di Laurea, ha evidenziato l’impegno e l’attenzione della Regione verso i diritti dei disabili, tesa a stimolare azioni di integrazione sociale, di inserimento socio lavorativo, autonomia e vita indipendente nel rispetto dei diritti costituzionali, della Convenzione ONU e degli obiettivi fissati dall’Agenda 2030.

Nel 2006 a seguito della istituita “Disciplina del sistema integrato dei servizi sociali per la dignità e il benessere delle donne e degli uomini di Puglia – sottolinea Giuseppe Tulipani -, in Puglia molto si è fatto. Certo – continua – il cammino è lungo e la strada è in salita. Oltre ad aver avviato tutte le azioni necessarie volte ad assicurare ai soggetti interessati l’erogazione delle prestazioni connesse ai livelli essenziali inerenti il diritto alla salute e all’istruzione, compatibilmente con i vincoli finanziari della stessa Regione e degli altri Enti Locali, connessi agli obiettivi di servizio in ambito sociale e finalizzati all’inclusione sociale, alla vita indipendente e all’inserimento nel mondo del lavoro, abbiamo posto in essere azioni utili ad attuare tutti gl’impegni che la Regione Puglia ha assunto in sede di recepimento della Convenzione”.

“L’obiettivo – ha sottolineato Tulipani – che ci siamo prefissati mira a diffondere e promuovere la cultura dei diritti delle persone con disabilità, nella prospettiva costituzionale della piena inclusione sociale, della qualità dell’assistenza e delle cure, del perseguimento possibile della vita indipendente, il vero problema che attanaglia le famiglie che hanno un disabile. L’indipendenza, il “dopo genitori”, questi sono i veri problemi. Questioni che mi stanno particolarmente a cuore e che cerco di affrontare in maniera sistematica. La mia presenza a Taranto presso il Conservatorio, in occasione di sedute di laurea, è per me di grande soddisfazione , non certo per una semplice azione di monitoraggio e vigilanza sulla tutela dei diritti delle persone con disabilità, ma piuttosto perché avvalora le ragioni dell’impegno della Regione Puglia – che la disabilità può superarsi attraverso l’inclusione. L’isolamento è nemico della disabilità. Le eccellenze nei vari campi artistici e tra questi, quello della musica, non escludono i disabili. Chiaramente c’è una differenza tra le disabilità e le diverse opportunità. Una cosa è certa – il disabile e le famiglie vanno supportati. Il mio impegno è questo”.

Il Conservatorio di Taranto Paisiello ha dimostrato di essere “culla” di talenti, che siano disabili o meno, nel pieno sostegno di tutte le iniziative di studio, ricerca e scambio di esperienze a tutela dei diritti delle persone con disabilità.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)