Taranto, politiche sociali: protocollo d’intesa tra Comune e Csv

 

pubblicato il 19 Luglio 2019, 17:50
3 mins

Stamane, a Palazzo di città, il sindaco Rinaldo Melucci e il presidente del Centro servizi per il volontariato Francesco Riondino hanno firmato un protocollo d’intesa, della durata triennale eventualmente rinnovabile, per un lavoro in rete al fine di realizzare una progettualità che possa far crescere il territorio ed essere utile alle fasce più deboli. Tale protocollo ha, nello specifico, lo sviluppo di un programma organico di collaborazione tra le parti, in tutte le sue componenti, finalizzato alla diffusione e all’applicazione dei principi di responsabilità sociale contenuti nel Codice del terzo settore, nonché a favorire lo sviluppo di attività e strumenti efficaci a beneficio della comunità. In particolare il lavoro si concentrerà sulla realizzazione di attività coerenti con i principi delineati dalla Legge delega 106/2016 e dei Codici del terzo settore, attraverso la redazione di un progetto operativo.

All’incontro hanno partecipato anche l’assessore ai servizi sociali Gabriella Ficocelli e le vice presidenti del Centro servizi per il volontariato, Carmen Galluzzo Motolese (che è anche consigliera comunale) e Maria Antonietta Brigida.

Il primo cittadino si è mostrato oltremodo soddisfatto per questo protocollo d’intesa che ha visto la luce grazie anche al lavoro dell’assessore Ficocelli e che permetterà iniziative adeguate affinchè la città possa ritrovarsi vicina alle sue componenti più deboli. Per tutto questo (ha spiegato) è stato necessario stabilire delle regole perché tale obiettivo possa essere raggiunto attraverso un percorso il meno impervio possibile e una piattaforma che permettea di sfruttare appieno le potenzialità del terzo settore, che ora diventa così componente stabile dell’operato del Comune.

Il presidente del centro servizi per il volontariato ha parlato di questo percorso con il Comune quale momento imprescindibile per dare piena realizzazione alla cultura della solidarietà in ogni ambito di vita cittadina, facendo tesoro di quanto attuato in un lungo percorso di attività di politica sociale finalizzato a far crescere nell’inclusività la comunità ionica. A tale scopo, dunque, presto sarà avviata una co-prorammazione con l’amministrazione comunale, mettendo insieme idee innovative per le politiche sociali. Si partirà perciò dall’individuazione dei bisogni delle componenti più fragili affinchè, con il prezioso sostegno del Comune, si possa dar luogo a delle efficaci azioni di sostegno. Tale protocollo, ha concluso Riondino, sarà proposto anche a tutti gli altri comuni del territorio ionico, non escludendo la possibilità che altri soggetti possano entrare a farvi parte. Anche l’assessore Ficocelli ha definito questa convenzione un progetto pilota che potrà essere tranquillamente adottato in altre realtà.

Tutti questi concetti sono stati ripresi ed evidenziati dalle vice presidenti del Centro, Maria Antonietta Brigida e Carmen Galluzzo Motolese, certe di un’incisiva attuazione di quanto fissato nel protocollo.

Condividi:
Share

Commenta

  • (non verrà pubblicata)