Baseball:Tritons che vittoria!

 

pubblicato il 18 Luglio 2019, 08:32
6 mins

Alla fine sono stati i tarantini a spuntarla dopo 9 inning vissuti sul filo del rasoio tra fughe nel punteggio, pareggi, sorpassi e controsorpassi.

Al comunale di Tramontone è andato in scena il derby Taranto-Bari di baseball, valevole come partita della 9° giornata del campionato federale di Serie C, girone I. A dirigere l’incontro il sig. Tommaso Ferramosca, arbitro di Matino.

Il manager dei locali rossoblu, Rafael Motolese, si ritrova a dover fare scelte obbligate sul monte di lancio, alla luce dell’infortunio occorso a Gabriel Mucavero in settimana. Schiera perciò subito Gianpaolo Morales  come lanciatore parente, mentre a ricevere trova conferma il capitano Alberto Iemmolo. La sorpresa è Ruiz in posizione di interbase e una casacca da titolare per Luciano Garofalo, reinventato esterno destro.

I Warriors Bari schierano una batteria di battitori micidiale, impreziosita da una pattuglia di caraibici molto nutrita. Al primo inning è Mosé Serino a muovere il punteggio con un fuoricampo da 1 punto. La difesa ionica guidata da Hernandez però reagisce bene e limita i danni. Nella parte bassa dello stesso inning, sono le mazze ioniche a tuonare: arriva dapprima in base Iemmolo e poi tocca a Yoycell Hernandez a sparare la pallina lontano. Fuoricampo, i rossoblu sono in vantaggio 2 a 1.

I baresi non ci stanno e Luis Quero, ricevitore venezuelano, la caccia fuori segnando il punto del pareggio. I rossoblu appaiono ancora molto sul pezzo e con la parte bassa del Lineup colpiscono il lanciatore biancorosso Riccardo Laudisa, ex di turno. Garofalo inizia bene con una battuta non trattenuta dal terza base, lo segue a ruota Costante che, con un bunt, spinge avanti i corridori sulle basi. Le tre battute valide in sequenza di Ruiz, Iemmolo e Hernandez fanno il resto: alla fine del secondo inning i punti saranno 4 e il parziale si attesterà sul 6 a 2 per i Tritons.

Morales lavora bene ed esce senza punti al terzo inning; di contro i Tritons scatenati mettono a referto altri due punti ancora con la parte bassa del line-up, dapprima con una lunga battuta di Pacente che non esce fuori per questioni di centimetri e dopo ancora con Costante che seminare il terrore con un’altra smorzata.

Sul punteggio di 8 a 2, i Tritons si rilassano forse troppo e cominciano a collezionare errori su errori in difesa permettendo ai Warriors di rientrare prepotentemente in partita grazie ai 5 punti segnati.

Il colpo stavolta viene accusato, i tarantini soffrono il nuovo lanciatore Serino. Motolese corre ai ripari e butta nella mischia anche Andrea Gallo per cercare di dare la carica. I rossoblu in effetti caricano le basi grazie a una valida di Ezio Piccolo, ma i punti sul tabellone restano a zero.

Il Bari raggiunge il pareggio al sesto inning grazie alla battuta di Sequeira.

Al settimo inning, per ritrovare sicurezza, i Tritons schierano sul monte Yoycell Hernandez che placa la veemenza biancorossa  con un repertorio di lanci formidabili. I rossoblu sembrano rinfrancati e con Iemmolo segnano il punto del vantaggio al settimo.

L’ottavo inning è un thriller. Nella parte alta, i biancorossi guidati da Enzo Serino operano il sorpasso segnando ben tre punti  grazie alle potenti battute di Mosè  Serino e Sequeira. I Warriors sono sopra di due, un incubo per i Tritons che subiscono due eliminazioni  subito, trovandosi spalle al muro. Proprio nel momento di maggiore difficoltà, i Tritons ritrovano la grinta necessaria e passo dopo passo occupano le basi, poi spazzate ancora una volta dalla battuta di Hernández.

 

Entrano tre punti e i Tritons rimettono la testa davanti, siamo 12-11 per i padroni di casa ma non è finita. Ai levantini spetta ancora un attacco, l’ultimo, quello del nono inning. Sulla loro strada incrociano incrociano il tandem Hernandez come lanciatore e capitan Iemmolo come ricevitore che confeziona due strikeout, mentre il terzo e ultimo out lo perfeziona Dany Ruiz, giovane giocatore classe 2001, con una presa al volo che sancisce la vittoria degli ionici e libera l’urlo di gioia dei tifosi presenti.

 

A margine della partita ha parlato il manager Motolese: “Abbiamo giocato una bella partita al cospetto di una gran bella squadra, ottimamente diretta da Vincenzo Serino, una squadra esperta e con quattro giocatori caraibici che si sa sono maestri in questo sport. Ma noi oggi siamo stati più bravi e abbiamo portato a casa una sudatissima vittoria”.

“Serviva una vittoria e i ragazzi l’hanno ottenuta – chiosa il presidente Antonio Maggio – i match con il Bari sono sempre molto appassionati, nell’alveo del rispetto reciproco. Abbiamo agganciato il secondo posto in classifica, vogliamo rappresentare al meglio e con orgoglio Taranto, con la speranza che questi risultati possano accelerare la costruzione di un campo da baseball a Taranto”.

 

Domenica i Tritons incontreranno la capolista imbattuta Chieti. L’impresa è ardua ma la voglia di provarci, per questa folle squadra tarantina, è tanta.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)