Asl Ta, gara ponte ristorazione: sindacati soddisfatti dopo incontro con dg

 

I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil esprimono soddisfazione in attesa di notizie positive definitive
pubblicato il 15 Luglio 2019, 17:12
2 mins

Le segreterie territoriali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil esprimono “grande soddisfazione e apprezzamento” per l’esito dell’incontro che si è tenuto presso l’Asl di Taranto, alla presenza del direttore generale e amministrativo, in merito alla “gara ponte” in corso per il servizio di ristorazione.

Durante l’incontro, che si è svolto in un clima di grande cordialità – si legge in una nota congiunta firmata da Paola Fresi (Filcams Cgil Taranto), Luigi Spinzi (Fisascat Cisl Taranto); Luigi Galiano (Uiltucs Uil Puglia) – la direzione dell’Ente ha rassicurato le organizzazioni sindacali circa la salvaguardia occupazione e reddituale dei lavoratori. Il direttore generale ha ribadito l’attenzione prestata dall’ente alle sollecitazioni pervenute dalle organizzazioni sindacali in merito alla platea dei lavoratori storicamente impiegati nell’appalto e la cui tutela occupazionale non è in discussione. Il bando di gara, così come strutturato, ha sottolineato il direttore, garantisce tutti i lavoratori in merito alla sostenibilità economico-finanziaria ed i relati vi riflessi occupazionali. L’azienda aggiudicataria dovrà assorbire l’intero personale esistente ed effettivamente impiegato sull’appalto attualmente in forza alle ditte conduttrici dell’appalto, anche alla luce del confronto tenuto con le organizzazioni sindacali in merito al personale avente diritto alla clausola sociale“.

Le richieste sindacali in merito alla tenuta della clausola sociale e ad eventuali comportamenti elusivi di chi si aggiudicherà l’appalto hanno trovato la ferma risposta dei dirigenti Asl presenti che hanno tenuto a chiarire come il monte ore in gara sia di ulteriore garanzia per i lavoratori e l’impossibilità per chiunque si aggiudichi la gara di derogare in tal senso – spiegano i segretari delle sigle confederali di categoria -. L’incontro si è concluso con il chiaro intendimento delle organizzazioni sindacali e dell’ente, ciascuno per le proprie competenze, di vigilare sul buon esito della gara e continuare un percorso di collaborazione che porti i lavoratori ad una stabilizzazione anche in termini di orario contrattuale. Garantire ai lavoratori un orario contrattuale pieno è un questione di dignità, di rispetto e gratitudine per i lavoratori che storicamente si sono impegnati per garantire un senso di alta qualità e, si lavorerà in tal senso“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)