Maltempo a Taranto, il Comune pensa a una sala controlli

 

pubblicato il 14 Luglio 2019, 12:51
2 mins

Il nubifragio che ha colpito Taranto nel pomeriggio di sabato ha causato allagamenti in diverse zone della città. Gli operatori comunali e le aziende convenzionate sono intervenuti nei casi più gravi.
“A Talsano ad esempio – fa sapere l’assessore Cataldinosi è verificato uno sversamento fognario che è stato prontamente affrontato e la siuazione nelle ore serali è tornata alla normalità. Questi fenomeni meteorici diventano sempre più frequenti e l’amministrazione Melucci intende avviare un programma di interventi di lavori pubblici atti a prevenire gli allagamenti nelle zone in cui questo avviene sistematicamente. Sono situazioni frutto di progettazioni e realizzazioni errate e/o di aree in cui l’abusivismo edilizio ha visto nascere zone edificate per le quali, chiaramente, non fu svolto alcuno studio di fattibilità e a cui bisognerà porre rimedio”.
Durante e dopo l’evento meteorico, gli agenti della Polizia Locale hanno controllato, ispezionato e presidiato le aree della città colpite maggiormente. “Proprio in ragione della necessità di attrezzarsi e prepararsi alla frequenza sempre più ampia della ricorrenza di questi fenomeni – fa sapere il sindaco Rinaldo Meluccistiamo predisponendo una sala controlli con tecnologia di ultima generazione che permetterà alla Polizia Locale e alla Protezione Civile di rendere più efficiente e rapida l’organizzazione degli interventi”.
“Oltre la tecnologia – interviene Cataldino – resta il presidio sulla strada per far sì che i cittadini rispettino le segnalazioni, cosa che non sempre fanno persino quando è in discussione la loro incolumità. Sabato infatti è stato necessario il presidio del sottopasso di via Ancona perché, nonostante il segnale rosso di non percorribilità, molte auto entravano nel sottopasso. Vogliamo raggiungere una collaborazione sempre più stretta con i cittadini e attueremo una campagna di informazione che aiuti tutti ad affrontare situazioni di emergenza nel miglior modo possibile”.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)