Venerdì e sabato: che si fa?

 

pubblicato il 11 Luglio 2019, 16:48
10 mins

Ritorna a Lido Saint Bon di Lama : TEATROMARE 2019, la rassegna di Teatro e Musica, organizzata dall’Associzione Circolo Difesa Taranto, con la direzione
artistica di Aldo Salamino e Lino Conte. La rassegna si svolgerà dal 12 luglio al 24 agosto, alternando teatro e musica, spettacoli selezionati con cura dai direttori
artistici. Il primo appuntamento della rassegna è affidato al Gruppo Swing tarantino I SENZAVERGOGNA, composto da sette elementi. 

La “SENZAVERGOGNA SWING ORCHESTRA” , prende vita da un progetto di Silvano Martinelli, già lider e ideatore della Premiata Arboristeria Italiana, cover
band ufficiale di Renzo Arbore e Orchestra Italiana. L’orchestra fa un grande salto musicale, dal repertorio classico della canzone napoletana passa allo swing italo americano proposto dal grande Renzo italiano.

I brani in repertorio fanno parte della colonna sonora degli anni compresi fra il 1950 e il 1960, le canzoni più belle e popolari portate al successo da musicisti e cantanti del
calibro di Louis Prima, Ray Gelato, Louis Armstrong, Frank Sinatra, ai quali vanno ad aggiungersi altri grandi maestri italiani come Fred Buscaglione, Enzo Jannacci,
Domenico Modugno. Il tutto viene gestito e ironicamente proposto secondo lo stile del grande Renzo Arbore, con un repertorio adatto sia per le piazze che per i locali al chiuso, si canta insieme e ci si diverte all’insegno della buona musica e della spensieratezza.

Questa la formazione dei musicisti: Lauro Marchetti: Chitarra e canto; Silvano Martinelli: Voce principale e chitarra; Giancarlo telesca: Sax Tenore e canto; Enrico Rizzi: Sax Tenore, Contralto, Clarinetto; Angelo Boccuni: Piano elettrico, sint e canto; Pasquale Saltalamacchia: Contrabasso, basso elettrico e canto; Vincenzo Mesto (detto Tiramolla): Batteria e percussioni.

Appuntamento, venerdì 12 Luglio, Saint Bon, sipario ore 21.15. Posto unico numerato €. 6,50. Info e prenotazioni: 392.309.6037 – 342.710.3959.

 

 

Venerdì 12 luglio al Lido Paradiso di Castellaneta Marina  sarà proposto, con ingresso libero, il concerto della tribute band Tutte le anime di Laura, formazione lucana che rende omaggio alla musica della regina italiana del pop Laura Pausini, composta dalla cantante Sara Coretti e dai musicisti Dino Saracino, Giò Crescente, Piero Saracino, Antonio Rosa, Fausto Picciani, Maria Carmela Paciello.

“Con la passione che ci contraddistingue – ha affermato la frontman del gruppo – proporremo un live che farà rivivere un concerto della Pausini. In circa due ore di spettacolo, tra singolari scenografie, giochi di luce e cambi d’abito, riproporremo i più grandi successi, le canzoni conosciute da tutti, grandi e piccoli. Spaziamo dal 1993, dai suoi inizi, fino all’ultimo album del 2018”.

In attività dal 2005 questa tribute band, che ha registrato il marchio del proprio progetto, si è esibita negli anni in piazze e teatri seguita da numerosi appassionati della Pausini. Il progetto si contraddistingue per grande passione, una spiccata professionalità e un’attenzione maniacale ad ogni minimo particolare per riprodurre emozioni, colori e sensazioni, caratteristica di una grande artista come la Pausini. Sul palco vengono impegnati nove elementi, tra voce solista, chitarre, basso, batteria e tastiere I musicisti, tutti professionisti, sono assistiti da un tecnico luci, un tecnico di palco, uno di regia generale e molte altre persone fondamentali nell’allestimento dello spettacolo.

“Cerchiamo sempre di dare qualcosa di più al pubblico. Di tribute band ce ne sono tante, soprattutto di Laura, che è una delle cantanti più apprezzate in Italia e nel mondo. Io sul palco non mi impegno a imitarla, ho sempre presente il fatto che sul palco ci sono io, Sara e quindi cerco di avvicinare la mia anima artistica alla sua, ma senza scimmiottarla”.
Durante il concerto, in occasione dell’inaugurazione della nuova area pizzeria, si potranno dunque ascoltare grandi successi come “Strani amori”, “Resta in ascolto”, “Invece no” e tanti altri ancora che hanno reso Laura Pausini tanto amata in tutto il mondo.

 

 

 

Saranno le arie più belle del repertorio operistico italiano la colonna sonora del secondo appuntamento del Taranto Opera Festival, la rassegna dedicata all’opera lirica promossa ed organizzata dal Comune di Taranto – assessorato alla cultura e dall’associazione musicale Domenico Savino di Taranto.

Dopo “La Traviata” di Giuseppe Verdi (programmata nella serata inaugurale), il Taranto Opera Festival torna nell’arena della Villa Peripato con lo spettacolo previsto nel mese di luglio. Un Gran galà lirico sarà portato in scena, infatti, sabato 13 luglio e vedrà la partecipazione dell’ospite d’onore, “madrina” della manifestazione Katia Ricciarelli. Sabato 3 agosto, infine, il cartellone si chiuderà con “Elisir d’Amore”, regia di Giovanna Nocetti, direttore Davide Dellisanti, coproduzione Opera Fuerteventura, coro ed orchestra TarantOperaFestival. Tutti gli spettacoli si svolgeranno nell’arena della Villa Peripato, a Taranto, con inizio alle ore 21.

Il cartellone è promosso e curato dall’assessore alla cultura del Comune di Taranto Fabiano Marti, dal direttore artistico, il maestro Davide Dellisanti, dai maestri Pierpaolo de Padova e Paolo Cuccaro, che guidano l’associazione musicale Domenico Savino. La rassegna è sostenuta dalla Banca di Taranto.

Katia Ricciarelli, madrina della manifestazione, si esibirà con alcuni brani nel Gran galà lirico. La famosa cantante, inoltre, interverrà durante lo spettacolo in una “conversazione” sull’opera lirica e sul suo personale percorso artistico ed umano, raccontando, in una breve intervista, attraverso la sua storia e suoi progetti, uno spaccato del mondo operistico italiano.

Vincitrice nel 1971 del Concorso Internazionale Voci Verdiane, ha cantato nei più importanti teatri del mondo: Opera House di Chicago, Teatro alla Scala di Milano, Metropolitan Opera di New York, Royal Opera House di Londra. Ha un’intensa attività televisiva, che spesso la porta in televisione accanto ad importanti attori italiani e non. Ha avuto alcune esperienze cinematografiche.

Nel Gran galà lirico, insieme a Ricciarelli, si esibiranno i cantanti Antonia Cifrone (soprano), Roberto Cervellera (tenore), Andrea Carnevale (baritono), Luca Simonetti (baritono), Monkyu Park (basso), accompagnati dal pianista Davide Dellisanti. Saranno proposte le arie più note e d importanti della storia operistica italiana, tratte dai melodrammi di Verdi, Donizetti, Puccini, ma anche brani famosi di Schubert ed altri autori classici, insieme a qualche pezzo della canzone napoletana.

Per informazioni sui biglietti si può consultare il sito www.tarantoperafestival.it e la relativa pagina Facebook, oppure contattare l’associazione musicale Domenico Savino, via Cavour 24, Taranto, tel. 3392360993; 3477242217; [email protected]; Punto vendita abbonamenti: Francesco Basile strumenti musicali- via Matteotti 14, Taranto.

 

 

Sarà Alberto Patrucco, sabato 13 luglio con inizio alle ore 21.30, il prossimo ospite della rassegna estiva del Mon Reve Resort.
Chi conosce questo comico anticonformista sa come si presenta in palcoscenico: semplicemente con la sua faccia e la sua verve. Abito di scena scuro, in omaggio alla scuola minimalista che imponeva massima attenzione alle mani e al volto.

Voce profonda, almeno quanto i temi che affronta con apparente leggerezza.

Attore comico di prima grandezza, ben noto alle platee italiane per il suo incontenibile eloquio, fondato sull’innata capacità di plasmare il linguaggio e i fatti.
Nelle mani di Alberto Patrucco, le parole si trasformano in clava o fioretto, secondo le esigenze del monologo. Niente travestimenti e non sense, nulla di demenziale o farsesco. La comicità di Patrucco attinge e si alimenta dall’infinito serbatoio della realtà. Gli accadimenti sono quindi modificati e restituiti al pubblico privi di qualsiasi indulgenza all’imparzialità.

Con una sua personalissima strategia discorsiva, Patrucco, tratta un argomento, lo rivolta, creando vivissima attesa, per giungere, con arguzia e irresistibile comicità, ad inaspettate conclusioni.

Niente gag di basso cabotaggio o profetiche verità. Nei testi che scrive e recita anche in televisione, c’è sempre il filo di un ragionamento che, dopo e al di là dell’effetto comico, fa meditare. Alberto Patrucco, come pubblico e critica testimoniano, è oggi uno degli attori comici più completi e rappresentativi del nostro cabaret. Ciò che offre è un’angolazione, un punto di vista, un’intuizione. Il pubblico, potrà farne ciò che vuole.

In Vedo Buio!, Alberto Patrucco non risparmia nessuno e nemmeno se stesso. La comicità di Patrucco attinge e si alimenta dall’infinito serbatoio della realtà. Così, tanto per tornare a ridere… sul serio.
La sua unica arma scenica è il linguaggio. Niente fronzoli né travestimenti. Soltanto la sua maschera naturale, duttile e vivacissima.

Info e prenotazioni: 099.7312185

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)