Ambiente e Salute, focus su Taranto a Roma

 

All'Istituto Superiore di Sanità giornata intermente dedicata a Taranto con un confronto sui dati sanitari, ambientali ed epidemiologici
pubblicato il 05 Luglio 2019, 20:55
4 mins

Quest’oggi si è tenuto presso l’Aula Pocchiari nella sede dell’Istituto Superiore di Sanità, il workshop sul tema “Ambiente e salute a Taranto” nell’ambito delle due giorni dedicata alla presentazione dello studio Sentieri.

Per il Comune di Taranto erano presenti il dott. Carmine Pisano Dirigente della direzione ambiente e l’ingegner Fausto Koronica Funzionario della Direzione Ambiente. Per la ASL di Taranto erano presenti il direttore del Dipartimento di Prevenzione Michele Conversano, Aldo Minerba direttore della Struttura Complessa di Statistica ed Epidemiologia della Asl di Taranto, Lucia Bisceglia Dirigente Servizio Analisi della domanda e dell’offerta di salute e sistemi informativi della ASL di Taranto, il direttore generale di ARPA Puglia Vito Bruno, il Commissario Straordinario per le Bonifiche di Taranto Vera Corbelli, Tatiana Battista dell’Ufficio di coordinamento del G.I.A. di Taranto, il Direttore generale del ministero dell’Ambiente Giuseppe Lo Presti, Silvio Busaferro Commissario Straordinario dell’ISS, Claudio D’Amario Direttore generale Prevenzione Sanitaria del ministero della Salute, Eugenia Dogliotti Direttore del Dipartimento Ambiente e Salute dell’ISS, Pietro Comba, dirigente di ricerca dell’Istituto superiore di sanità, è responsabile del Reparto di Epidemiologia Ambientale del Dipartimento Ambiente e Prevenzione Primaria, Ivano Iavarone ricercatore Iss e direttore del centro collaborativo Oms Ambiente e salute nei siti contaminati, Eleonora Soggiu dell’Istituto Superiore della Sanità, Elena De Felip Primo Ricercatore dell’ISS, il responsabile area per la Formazione tecnica e ambientale dell’ISPRA Alfredo Pini, Fabio Pascarella dell’Area per la caratterizzazione e la protezione dei suoli e per i siti contaminati dell’ISPRA.

Come si legge in una nota del Comune di Taranto, nella giornata odierna il focus sulla situazione ambientale e sanitaria tarantina si è sviluppato attraverso l’incrocio dei dati e delle analisi emersi dai diversi gruppi di lavoro tematici, evidenziando l’elevato livello di attenzione sull’argomento e di come l’approccio multidisciplinare sta consentendo di fatto una migliore comprensione del rischio sanitario nell’area jonica ed un più efficace approccio scientifico del tema.

Tra gli argomenti trattati è stato dato risalto alla importanza dell’avvio del Riesame AIA Ilva, su richiesta del sindaco di Taranto rinaldo Melucci rappresentando tale passaggio quale elemento catalizzatore di un processo “nuovo” in termini di approccio analitico, di fatto anticipatore della modifica normativa del decreto Balduzzi-Clini che restituirà valenza alla valutazione del danno sanitario condotta in maniera predittiva.

Il lavoro degli organi tecnici componenti i gruppi di lavoro (Ispra, Arpa, Asl, Aress, ISS, Commissario straordinario alle Bonifiche, Mattm, Ministero della Salute) è in continuo aggiornamento e sarà oggetto di ulteriori occasioni di approfondimento nei prossimi mesi.

È stato affrontato nel corso dell’incontro con una particolare attenzione il tema della comunicazione efficace dei dati e delle risultanze degli studi in corso. Il tema della comunicazione appare molto sentito e di fatto diviene elemento centrale nell’ambito delle attività del tavolo tecnico e per il quale è stato dedicato uno specifico gruppo di lavoro.

A margine dell’incontro si è discusso della possibilità, come fortemente richiesto dal Sindaco Melucci, che tale tavolo di confronto possa essere riproposto nella sede di Taranto.

(leggi gli articoli sullo Studio Sentieri https://www.corriereditaranto.it/?s=sentieri&submit=Go)

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)