Operazione anticaporalato: altri 3 arresti a Palagiano

 

pubblicato il 05 Luglio 2019, 11:33
49 secs

L’intensa attività di repressione del fenomeno del “caporalato” da parte della Task Force istituita dal Comando Provinciale Carabinieri di Taranto è scaturita in atri tre arresti, questa volta a Palagiano, per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, a carico di un 45enne di Palagiano (Taranto), un 45enne maliano ed un 30enne ivoriano. Gli stessi, rivestendo il primo il ruolo di datore del lavoro ed utilizzatore, gli altri il ruolo di “caporali”, sono stati individuati all’interno di terreni agricoli del comune di Palagiano mentre impiegavano numerosi lavoratori nella raccolta delle angurie, violando in maniera sistematica la normativa contrattuale, di salute e sicurezza sul lavoro. Nel corso degli accertamenti emergevano inoltre le condizioni di sfruttamento a cui i lavoratori erano sottoposti, con retribuzioni nettamente al disotto dei livelli contrattuali previsti.

Nell’ambito dell’attività è stato sottoposto a sequestro il mezzo utilizzato per il trasporto dei braccianti e nei confronti del datore di lavoro sono state comminate sanzioni amministrative per oltre 85mila euro, ammende per oltre 35 mila euro e la sospensione dell’attività imprenditoriale.

I tre su disposizione del giudice sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Dal 1° giugno scorso ad oggi sono già stati eseguiti 14 arresti, 4 denunce in stato di libertà, comminate sanzioni amministrative per circa 270mila euro, ammende per circa 230mila euro e sottoposti a sequestro beni per circa 65mila euro.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)