Sentirsi a casa a Martina Franca: al via il progetto ‘Feel at Home’

 

pubblicato il 01 Luglio 2019, 13:04
3 mins

Creare una connessione vera e una esperienza di incontro fra i residenti locali e gli ospiti che visitano Martina Franca e la Valle d’Itria per sostenere l’attrattività turistica del territorio. È questo l’obiettivo di ‘Feel at Home‘, la nuova piattaforma sociale e tecnologica che fa sentire a casa ogni visitatore – turista, ospite, ecc.
L’iniziativa sarà presentata mercoledì 3 luglio alle 10.30 nella Sala degli Uccelli di Palazzo Ducale a Martina Franca, alla presenza di Francesco Ancora, sindaco della città martinese e dei rappresentanti dei partner dell’iniziativa – Vito Manzari di Sud Sistemi, Roberto Di Leo di Eminds, Marco Polignano dell’Università degli Studi di Bari – e dei delegati delle associazioni e consorzi che hanno aderito al progetto (Learning Cities, Serapia, Proloco, Magica Valle d’Itria, Condotta Slow Food – Trulli e Grotte, Pomona Onlus e Consorzio Costellazione Apulia).
“Qui nessuno è straniero” è il detto popolare diffuso in tutta la Puglia, conosciuta in tutta Europa per la calda accoglienza che la gente del posto riesce a fornire all’ospite. Un proverbio che può essere considerato la sintesi estrema del progetto ‘Feel at Home’.
Nell’area di Martina Franca – che nel 2018 ha visto più di 61 mila presenze straniere registrando un incremento di oltre il 21% di forestieri rispetto al 2017 (fonte ONT) – è stato effettuato un primo screening di persone disponibili ad offrire, su base volontaria, conoscenza – degli aspetti tipici del territorio (tradizioni, cibo, fauna, flora, cultura) – e assistenza – per necessità (medici che parlano la lingua dell’ospite) – e oltre venti “locali” hanno già aderito al progetto in solo due mesi.
Una “mappa delle persone” è stata creata ad hoc per rappresentare questo “ecosistema di prossimità” e favorire contatti mirati fra ospiti e persone del posto (locali). Lo scambio di nozioni, informazioni e consigli diventa il punto focale del progetto che permette di supportare le necessità dell’ospite valorizzando i locali che decidono di mettersi a disposizione per far vivere a pieno il territorio e la sua comunità.
“Accogliere l’ospite per farlo sentire a casa” genera un valore aggiunto che può consentire al territorio di sviluppare un vantaggio competitivo e distintivo difficilmente imitabile.
L’intervento è cofinanziato nell’ambito del POR Puglia FESR-FSE 2014-2020 – Sub-Azione 1.4.B BANDO INNOLABS “Sostegno alla creazione di soluzioni innovative finalizzate

a specifici problemi di rilevanza sociale” – PROGETTO ‘Feel at Home’ cod. UIKTJF3.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)