Melucci: “Governo agisca”. Dal MiSE: “Troveremo soluzione con Mittal”

 

Il Sindaco interviene sul rischio chiusura. Dal ministero: "Annuncio cig irresponsabile ma lavoriamo a soluzione"
pubblicato il 26 Giugno 2019, 20:35
21 secs

Le dichiarazioni del gestore continuano a generare molta preoccupazione. Già al tavolo del CIS di lunedì scorso a Taranto avevo chiesto al Vicepremier Di Maio se stesse elaborando per precauzione un piano alternativo, ma la risposta non è stata convincente. Spero il Governo agisca in fretta per mettere in sicurezza la vicenda”. E’ quanto dichiarato dal sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, dopo la notizia che l’ad di ArcelorMittal ha preannuciato la chiusura dell’impianto di Taranto a settembre, qualora non vengano trovate soluzioni con il governo dopo la riscrittura della norma sull’immunità penale.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2019/06/26/mittal-senza-novita-a-settembre-taranto-si-ferma2/)

L’avvio della Cig per i lavoratori dell’Ilva tramite comunicato stampa è un atteggiamento irresponsabile che mina l’equilibrio sociale del territorio di Taranto. Un equilibrio messo già a dura prova in questi decenni e che crea allarmismo e tensione, frutto anche delle dichiarazioni dell’ad di ArcelorMittal Europa sulla presunta chiusura dello stabilimento“. Lo sottolineano all’ANSA fonti del Mise aggiungendo: “Vogliamo trovare una soluzione assieme ad Arcelor Mittal“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)