ArcelorMittal-sindacati, nuovo incontro su Cigo: nulla di fatto

 

Aggiornamento al prossimo 1 luglio. L'azienda conferma la volontà di far partire la cigo il 1 luglio. Chiesto incontro al MiSE
pubblicato il 25 Giugno 2019, 18:19
2 mins

È terminato senza il raggiungimento di alcuna intesa il nuovo incontro tra azienda e sindacati sulla Cassa integrazione ordinaria annunciata da ArcelorMittal per 1395 lavoratori dello stabilimento di Taranto a partire dall’1 luglio e per 13 settimane, salvo proroghe, annunciata lo scorso 5 giugno dalla multinazionale dell’acciaio. Per questo la riunione è stata aggiornata proprio al primo luglio, essendo le parti ancora distanti.

Tale incontro non ha prodotto alcun avanzamento tra le parti, permangono infatti ancora tutte le perplessità sull’avvio della procedura di Cigo, soprattutto in un clima di incertezza che riguarda il futuro occupazionale, ambientale e industriale dello stabilimento di Taranto – si legge in una nota congiunta di Fiom, Fim e Uilm-. Le scriventi organizzazioni sindacali, preso atto dell’indisponibilità da parte dell’azienda di sospendere la procedura di cigo in attesa di una convocazione da parte del ministero del lavoro e dello sviluppo economico, chiedono un immediato confronto presso il Mise, così come richiesto anche dalle segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm“.

Ad oggi inoltre non ci è chiara la mission della multinazionale e condividiamo le preoccupazioni delle istituzioni locali ed ecclesiastiche sul futuro di Taranto – affermano i sindacati metalmeccanici -. Riteniamo necessario che le parti si incontrino, così come previsto dall’accordo del 6 settembre, per monitorare lo stato del suddetto accordo e gli impegni assunti da parte di Arcelor Mittal“.

Pertanto i sindacati chiedono “un’immediata convocazione da parte del ministro Luigi Di Maio, garante dell’accordo sottoscritto al Mise, per avviare un confronto che possa dare risposte concrete alle tante problematiche ancora rimaste in sospeso. Fim, Fiom, Uilm e Ugl in assenza di una celere convocazione, come prima iniziativa di mobilitazione, auto convocheranno nei prossimi giorni il consiglio di fabbrica unitario di Arcelor Mittal presso il Mise“.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)