Nuoto, incredibile Benny Pilato: record italiano assoluto nei 50 rana!

 

pubblicato il 22 Giugno 2019, 17:18
3 mins

Tra qualche goccia di pioggia e un cielo coperto, la seconda mattinata di batterie della 56esima edizione del Trofeo Sette Colli – Internazionali di Nuoto, in scena presso la Piscina del Foro Italico di Roma fino al 23 giugno, ha vissuto un raggio di sole e un turbinio di emozioni regalate dalla giovanissima Benedetta Pilato che si è definitivamente consacrata nell’elite del nuoto italiano ed internazionale.

Determinata e raggiante la 14enne tarantina, tesserata per Fimco Sport, allenata dal tecnico anch’egli tarantino Vito D’Onghia, riscrive il nuovo record italiano gara dei 50 rana arrivando dove mai nessuna atleta italiana si era riuscita a spingere. Crono fermato a 30″13, tempo che cancella il limite di 30″30 che Arianna Castiglioni nuotava agli Europei di Glasgow 2018, primo tempo di qualificazione per la finale del pomeriggio, davanti alla brasiliana Jhennifer Conceicao con 30″47 e l’altra azzurra Martina Carraro con 30″52.

L’atleta pugliese era salita in cattedra già due volte quest’anno: agli ultimi Italiani Assoluti, quando nella stessa distanza aveva centrato l’argento e la qualificazione ai Mondiali di Gwangju e in occasione del meeting Tiro a Volo, dove aveva stabilito il record italiano Cadetti, juniores e Ragazze, portandolo a 30″40, ora decisamente polverizzati.

“Quest’anno abbiamo una stagione molto impegnativa – racconta il tecnico Vito D’Onghia ai microfoni di Swim4life MagazineVenire qui al Sette Colli era sicuramente una tappa di passaggio, però in questa piscina, con questa cornice di pubblico e avversarie, vengono fuori questi risultati. Siamo estremamente contenti e vedremo quello che sarà anche nei prossimi appuntamenti importanti che ci attendono, con gli Europei Juniores, dove anche io la seguirò, poi il Mondiale coreano e infine il Mondiale Juniores a Budapest. Ci confronteremo con quelli della nostra categoria e visti i tempi arriviamo un po’ più a testa alta anche al mondiale assoluto, dal quale indipendentemente dal risultato, Benny tornerà dopo un’esperienza di dieci giorni con la nazionale assoluta più forte mentalmente. Abbiamo modificato qualcosa sulla partenza, concentrandosi solo sul 50 e 100. Lavoriamo molto sulla palestra cercando di mantenere la serenità di oggi, aveva veramente voglia di entrare in acqua e nel 50 si sente a casa sua e si diverte”
Foto e testo https://www.swim4lifemagazine.it

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)