“Magna Grecia Festival Estate 2019”

 

Sette concerti tra l’Arena Villa Peripato e l’ex convento Sant’Antonio
pubblicato il 20 Giugno 2019, 19:01
5 mins

Un’estate piena di appuntamenti grazie al cartellone comunale di prossima presentazione e nel quale il “Magna Grecia Festival Estate 2019” figura tra la manifestazione di punta. Il programma approntato dall’Istituzione Concertistica Orchestrale Magna Grecia, in collaborazione con l’amministrazione comunale, è stato illustrato questa mattina a Palazzo di Città. Ben sette sono i concerti in programma, ha annunciato l’assessore alla cultura Fabiano Marti, che si terranno nei mesi di luglio e agosto, suddivisi fra l’arena di Villa Peripato e l’ex convento Sant’Antonio, frutto di un lavoro di squadra che ha permesso risultati di altissimo livello.

È toccato al maestro Piero Romano, direttore dell’orchestra jonica, presentare nei dettagli gli appuntamenti. Si partirà il 10 luglio all’arena di Villa Peripato con “Concerto Grosso per i New Trolls”, con Vittorio De Scalzi e la sua formazione (“La storia dei New Trolls”) e l’orchestra diretta da Maurizio Lomartire. Sarà presente Daniel Bacalov, figlio dell’indimenticato Luis Bacalov, per anni direttore artistico dell’ente orchestrale e al quale si devono le musiche del capolavoro in programma. La serata sarà oggetto delle riprese di un docu-film sullo scomparso compositore.

Quindi ci si sposterà nell’ex convento Sant’Antonio per due prestigiosi appuntamenti.: lunedì 15 luglio andrà in scena il “Rossini Gran Gala” (direttore d’orchestra, Piero Romano) e il successivo 19 il “Mozart Forever” (Maurizio Moretta al pianoforte e Roberto Gianola alla direzione orchestrale). Il confronto consentirà allo spettatore di trovare punti di contatto fra i due grandi della musica e magari di fantasticare su quella diceria secondo cui Mozart fintosi morto nella sua patria, giunse in Italia spacciandosi per… Rossini.

Sabato 20 luglio si tornerà all’Arena della Peripato per assistere alla prima tappa della tournèe in Italia di Jacob Collier, stella di un jazz innovativo e dotato polistrumentista.

Mercoledì 24 luglio, sempre all’Arena della Peripato, ci sarà l’attesa “Bohemian Rhapsody-La leggenda dei Queen”, produzione risalente a tre anni addietro, con l’orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Fabio Molinelli, il L.A. Chorus diretto da Graziano Leserri, Alberto Ambrogiani (voce), Fabrizio Bartolucci e Giuseppe Esposto (attori), Claudio Salvi (concept e testi).

Il 31 luglio, nell’ex convento Sant’Antonio, jazz d’alto livello con il “Farlibe Duo” (la cantante Giovanna Carone e Mirko Signorile al pianoforte) con la partecipazione di Daniele Sepe al sax; direttore d’orchestra, il maestro Antonio Palazzo.

Il “Magna Grecia Festival Estate” si concluderà lunedì 5 agosto nell’Arena della Peripato con “Bob Marley-Il mito del reggae”, con Mitchell Brunings (voce), e l’orchestra diretta da maestro Roberto Molinelli; i testi sono di Claudio Salvi.

Tutti i concerti sono gratuiti ad eccezione di quello con Jacob Collier (ingresso, € 20, più 3 € di prevendita).

All’Arena di Villa Peripato le esibizioni avranno inizio alle ore 21, quelle nell’ex convento di Sant’Antonio alle ore 20; in quest’ultimo, data la ridotta capienza (duecento posti) gli inviti saranno disponibili fino ad esaurimento dalle ore 18.30 della sera precedente nella sede di via Giovinazzi 28 (max, 2 a testa).

Presente alla conferenza stampa anche il presidente provinciale del Coni, Michelangelo Giusti, per annunciare l’intervento in alcune serate del Festival di alcuni atleti per sostenere la candidatura di Taranto quale sede dei Giochi del Mediterraneo.

Il maestro Piero Romano ha anche presentato il progetto “Mata”, dalle iniziali dei comuni di Matera, capitale della cultura, e Taranto, che permetterà uno scambio culturale tra il pubblico delle due città che, attraverso bus gratuiti messi a disposizione dall’Orchestra della Magna Grecia, potrà assistere agli spettacoli del comune gemellato, dopo visita alle maggiori attrattive architettoniche e paesaggistiche e degustazioni gastronomiche.

Nell’ambito delle attività dell’istituzione concertistica, va citato anche il progetto “Musikè et Areté”di studio,ricerca, elaborazione ed esecuzione di una composizione contemporanea per coro, soli e orchestra ispirata ai canoni musicali e artistici della Magna Greca. Claudia Lucia Ostuni (autrice dei testi) e Simone Falcone (compositore) sono i due ricercatori appositamente selezionati cui spetterà realizzare l’opera musicale, studiando dapprima i maggiori siti d’interesse archeologico in Puglia e Basilicata per poi esplorare quelli magno-greci in Albania, Grecia e Montenegro. L’elaborato musicale sarà poi eseguito nella tournèe che l’Orchestra Magna Grecia e il Coro Arcopu terranno nei paesi interessati dal progetto nel settembre 2019.

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)