ArcelorMittal e sindacati rinviano trattativa su Cigo

 

Le parti si sono aggiornate a martedì 25 il giorno dopo l'incontro del CIS a Taranto che vedrà il ritorno nel capoluogo del vicepremier Di Maio
pubblicato il 20 Giugno 2019, 17:25
47 secs

Ancora un incontro interlocutorio, dopo quelli della scorsa settimana, quello intercorso questa mattina a Taranto tra ArcelorMittali Italia e i sindacati metalmeccanici, sulla cassa integrazione ordinaria chiesta da ArcelorMittal per crisi di mercato per 1.395 dipendenti dello stabilimento di Taranto per 13 settimane e con decorrenza dall’1 luglio. L’azienda ha confermato anche oggi la necessità di ricorrere agli ammortizzatori sociali, ma la trattativa è stata aggiornata a martedì 25 giugno, alle ore 14, su richiesta dei sindacati, visto che il 24 il ministro dello Sviluppo economico sarà a Taranto per la riunione del CIS.

Fim, Fiom e Uilm, al termine del breve incontro durato meno di mezz’ora, hanno diramato una nota congiunata nella quale viene “ribadito all’azienda l’esigenza di avere un quadro più chiaro e di prospettiva sul processo di risanamento ambientale, occupazionale e industriale, rispetto anche alla nota stampa diramata ieri da parte di Arcelor Mittal. Le organizzazioni sindacali ritengono infatti “necessario fare ulteriori approfondimenti e verifiche e hanno chiesto ad Arceflor Mittal di rinviare l’incontro che si terrà il prossimo 25 giugno alle ore 14. La vertenza ex Ilva necessita di una maggiore attenzione da parte delle istituzioni e di un maggiore coinvolgimento delle parti sociali per rimettere al centro dell’agenda politica la questione ambientale, sanitaria e occupazionale del territorio di Taranto” concludono Fiom, Fim e Uilm.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)