Grottaglie ancora protagonista all’International Paris Air Show

 

pubblicato il 19 Giugno 2019, 17:58
3 mins

Nel corso dell’International Paris Air Show abbiamo avuto vari incontri con i rappresentanti dell’Istituto per il Commercio con l’Estero (I.C.E.), oggi I.T.A. (Italian Trade Agency), che cura l’organizzazione della Fiera Internazionale dell’aerospazio “Grottaglie 2020“. L’assessore regionale allo Sviluppo economico aggiorna su quanto stia avvenendo in questi giorni a Parigi.

Per la prima volta in Puglia, a Grottaglie, avrà luogo un evento internazionale di grande rilievo tecnologico e industriale. Intorno all’aeroporto di Grottaglie, infatti, si concentrano attività industriali attratte dal fatto che qui si trova la più grande pista di atterraggio d’Europa e una piattaforma unica nel Sud Europa per la sperimentazione di nuove soluzioni aeronautiche (test bed) ed in particolare per il volo senza pilota – ricorda Borracino -. Grottaglie, inoltre, sarà sede di uno spazioporto da cui decolleranno i vettori del futuro. Grottaglie si conferma così punto di riferimento dell’aerospazio e polo di attrazione di investimenti e competenze scientifiche di livello internazionale, capaci di generare sviluppo e ricchezza per la Puglia e per l’Italia“.

Per realizzare l’iniziativa collaboreranno la Regione Puglia, Aeroporti di Puglia, la società regionale in house Puglia Sviluppo e il Distretto tecnologico aerospaziale. Chiederemo inoltre la collaborazione del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’ Agenzia spaziale europea, dell’Agenzia spaziale italiana e di aziende del settore di livello internazionale – prosegue Borracino -. Stiamo valutando la possibilità di costruire sinergie, incontri istituzionali da inserire nel programma della Fiera e abbiamo cominciato a individuare le giornate più opportune“.

Sempre all’interno dell’International Paris Air Show si è svolto oggi il seminario “Italy: The Perfect Platform for Aerospace”, organizzato da I.C.E. e Invitalia e finalizzato ad illustrare le opportunità di investimento presenti in Italia, e in particolare in Puglia, nel settore aerospaziale. Per quanto ci riguarda abbiamo illustrato gli strumenti finanziari che la Puglia mette a disposizione delle imprese per i loro investimenti. Teresa Mulloy di Puglia Sviluppo e Patrizio Suma di Aeroporti Puglia hanno illustrato le misure attivate dall’Assessorato allo Sviluppo della Regione Puglia. Si tratta di dodici strumenti di agevolazione tutti attivi e privi di scadenza – conclude l’assessore regionale -. Il settore aerospaziale è stato tra i maggiori fruitori delle nostre misure con investimenti superiori ai 150 milioni di euro in questo ciclo di programmazione. Ma l’intento è quello di attrarre altre realtà che producono e fanno ricerca, anche facendo leva sull’insediamento strategico rappresentato dall’aeroporto di Grottaglie“.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)