Fusco: la stagione di prosa combatte la noia

 

La Stagione Teatrale 2019/20 anticipa quella Estiva del Comune. Bilanci positivi per il teatro Fusco e per la macchina organizzativa.
pubblicato il 18 Giugno 2019, 20:11
11 mins

Si fa il punto e si rilancia. Il teatro Fusco guarda ai primi vagiti di questa nuova era ed il Comune di Taranto, prima di rendere pubblica la stagione estiva, propone quella autunno-inverno. Roba da non crederci! Non eravamo abituati ad essere i primi in Puglia a poter sapere le proposte teatrali che ci aspettano. Pare che il pubblico tarantino se lo sia meritato, pare che le attese siano state soddisfacenti per tutti, che il team al lavoro dall’anno scorso bruci i tempi e abbia le idee chiare. Quindi non ci spetta che registrare numeri e consensi e guardare avanti. Non è casuale che il fatto che Taranto, avendo finalmente il teatro cittadino, con un suo direttore artistico, e parliamo di Michelangelo Busco, avallato dal Teatro Pubblico Pugliese e tutta la compagnia cantante del Comune di Taranto e del Crest, riescano a rispondere ad un sistema che veda in una macchina pubblica la normalità di funzionamento. Che non sia un carro trainato, ma uno trainante; che superi emergenze e sia sistemico e quasi oleato. Insomma, non sappiamo se sia stata l’apertura del Fusco all’inizio dell’anno, con tutto quello che potesse voler dire ma il progetto culturale che vi ruota attorno, pare però che funzioni e  che registri consensi.

In conferenza stampa tutti soddisfatti, dal sindaco Rinaldo Melucci che dichiara che il risultato della stagione precedente (partita con slancio) non era scontato e che non è solo per i riscontri del botteghino, per cui squadra che vince non si cambia! Quindi la vocazione culturale della città è ben rispondente. Che tutto abbia finora funzionato alla perfezione è il pensiero dell’assessore alla cultura Fabiano Marti, secondo il quale se si stimola l’attenzione del pubblico, questo risponde con sincronia, anche riguardo la puntualità rigorosa dell’apertura del sipario, che ha messo in riga il abituè del ritardo. Per la prossima stagione. invece, c’è stato un rigore maniacale per stabilire ogni appuntamento, la cui scelta è stata maniacale e variegata.

Roberto Romeo, consigliere amministrativo del Teatro Pubblico Pugliese sente la responsabilità per il futuro, vista la risposta precedente, e gongola per i risultati ottenuti. Osserva poi che l’apertura di un nuovo  teatro è un azzardo per molti ma per lui è un pezzo di città necessario ed integrante. Supera poi la concezione che ci sia una crisi del settore teatrale ormai da decenni, secondo lui non c’è un allontanamento ma un’evoluzione del pubblico, un cambiamento che va assecondato con scelte di prospettiva di qualità e varietà, sbaragliando la noia. E’ quella la nemica dello spettatore, non la concorrenza della tivù, il teatro è una trappola di emozioni ed il pubblico è ben lieto di farsi catturare.

Quando è il momento di Michelangelo Busco (direttore artistico, riconfermato del Fusco) la questione dei numeri è preceduta dal quella emotiva, lo straniero venuto a gestire il teatro cittadino aveva i fari puntati addosso, aveva un cantiere che doveva diventare un contenitore a breve giro di posta, doveva dimostrare che l’esperienza c’era ma i complimenti sono arrivati, soprattutto dalle compagnie che hanno calcato il teatro. E insomma anche Busco ringrazia ognuno dei collaboratori visibili ed invisibili di questo marchingegno teatrale e snocciola dati: 60 sipari; 25mila presenze, di cui 7000 per gli appuntamenti di musica e prosa (5700 solo per la prosa), 60% di incassi in più rispetto alle precedenti stagioni teatrali, 600 giornate lavorative per qualunque maestranza (in senso lato) rigorosamente tarantina,  16 sold out su 19 spettacoli, 100 aperture di sipario (compresi gli appuntamento fuori stagione).

Insomma Busco si merita la conferma insieme alla sua squadra che vede anche e ovviamente TPP e Crest, lo dice il sindaco e lo dicono i numeri che non hanno pesato sul bilancio comunale.

Cosa manca? A breve sapremo anche della stagione musicale collaterale, nella quale saranno inseriti i vincitori del concorso locale ‘Emergenze musicali’. Sì darà spazio alle compagnie di teatro locale e dialettale con un un probabile Premio Taranto Teatro. Si rafforzerà la collaborazione con le associazioni culturali del territorio e con le relative rassegne per evitare sovrapposizioni di date. Insomma mai a gamba tesa con chi opera sul territorio (in primis il teatro Orfeo), ma rispetto, affiancamento e progettualità condivisa.

Però manca ancora la terza serata, impossibile da realizzare per questioni economiche, manca un addetto stampa che faccia da tramite tra organizzatori, operatori e spettatori. Ma è ancora tutto in work in progress.

Quindi dopo i bilanci ecco cosa la dirigente delle Attività teatrali del TPP, Giulia Delli Santi illustrar la prossima stagione: spettacoli quasi esclusivi da Barcellona, nomi di rilevanza nazionale, classici imperdibili, genialità, professionalità, pazzia e popolarità, insomma non manca niente, in questo teatro che fa del suo foyer un  piazza della comunità. Su ogni spettacolo, per ora, c’è poco da commentare.

1 novembre ore 18.00 /fuori abbonamento
ResExtensa
Elisa Barucchieri
L’ISOLA MAGICA
Shakespeare in Dream
ideazione e coreografia ELISA BARUCCHIERI

16 -17 novembre
STM Live
Ettore Bassi
L’ATTIMO FUGGENTE
di Tom Schulman
in collaborazione con ErreTiTeatro30
con il sostegno di Fondazione CRT
regia di MARCO IACOMELLI

23 – 24 novembre
Compagnia Mauri Sturno
Glauco Mauri, Roberto Sturno
FINALE DI PARTITA
di Samuel Becket
regia ANDREA BARACCO

11-12 dicembre
Nuovo Teatro direta da Marco Balsamo
Luigi Lo Cascio, Sergio Rubini
DRACULA
da Bram Stoker
regia SERGIO RUBINI

4-5 gennaio
Gitiesse Artisti Riuniti e Best Live
Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo
COSÌ PARLÒ BELLAVISTA
dal film e dal romanzo di Luciano De Crescenzo
regia GEPPY GLEIJESES​

18-19 gennaio
Teatro Eliseo e Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro
Lello Arena
MISERIA E NOBILTÀ
di Eduardo Scarpeta
regia LUCIANO MELCHIONNA

12-13 febbraio
Khora.teatro
TSA – Teatro Stabile D’Abruzzo
Alessandro Preziosi
VINCENT VAN GOGH
L’odore assordante del bianco
testo Stefano Massini
in collaborazione con Festival di Spoleto
regia ALESSANDRO MAGGI

11-12 marzo
Yllana
THE OPERA LOCOS
direzione artistica David Otone e Joe O’Curneen
direzione musicale Marc Álvarez e Manuel Coves
Idea originale DAVID OTTONE (Yllana) e RAMI ELDAR

24-25 marzo
Teatro De Gli Incamminati
Franco Branciaroli
I MISERABILI
testo di Victor Hugo
coproduzione Ctb Centro Teatrale Bresciano – Teatro Stabile Del Friuli Venezia Giulia
regia FRANCO PERÒ

Abbonamenti a 8 spettacoli: Intero turno A e Turno B platea 176,00 galleria 160,00. Ridotto turno A e B  platea 160,00 galleria 152,00

I BIGLIETTI
Intero platea 30,00 platea, galleria 25.00. Ridotto 25,00 platea, galleria 20,00
Condizioni generali: La tessera di abbonamento non è personale e dovrà essere esibita quale titolo d’ingresso al personale di sala.  L’ abbonamento ridotto verrà concesso esclusivamente ai giovani fino a 30 anni e alle persone di oltre 65 anni, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia e delle Capitanerie di Porto – Puglia, Aeronautica/Marina Militare, abbonati Ass. Gli Amici della Musica e della ICO Magna Grecia.

Il biglietto RIDOTTO verrà concesso esclusivamente ai giovani fino a 30 anni, alle persone di oltre 65 anni, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia e delle
Capitanerie di Porto – Puglia, Aeronautica/Marina Militare, abbonati Ass. Gli Amici della Musica e della ICO Magna Grecia.

Gli studenti delle scuole avranno diritto ad abbonamento o biglietto RIDOTTO esclusivamente per il Turno B .  Il TPP è accreditato a 18app e Carta del Docente per consentire l’acquisto di abbonamenti e biglietti rispettivamente ai giovani 18enni e ai docenti titolari del bonus. Per scaricare il voucher è necessario: cercare Teatro Pubblico Pugliese, scegliere la stagione e il teatro, procedere alla prenotazione del posto chiamando il botteghino. Al momento dell’acquisto dovrà essere consegnato al botteghino il
voucher completo di documento d’identità. I documenti attestanti il diritto alla riduzione dovranno essere esibiti all’atto della prenotazione e, a richiesta, al personale di sala. Le riduzioni non sono cumulabili.

Vendita dei biglietti e degli abbonamenti ​
PRELAZIONE PER GLI ABBONATI DELLA STAGIONE 2018/19
I titolari di abbonamenti della stagione 2019 del Teatro Fusco avranno la facoltà di rinnovare l’abbonamento in prelazione dal 24 giugno al 5 luglio 2019. La campagna abbonamenti per il nuovo pubblico si aprirà l’8 luglio 2019.  Gli abbonamenti saranno in vendita presso il foyer del Teatro Fusco (orari da definire)

I biglietti della stagione teatrale di prosa saranno messi in vendita nei punti Vivatcket e online su www.teatropubblicopugliese.it al termine della campagna abbonamenti, a partire dal 9 novembre 2019.

Solo per lo spettacolo fuori abbonamento “L’isola Magica”, la vendita dei biglietti partirà in concomitanza con la campagna abbonamenti.

Orario rappresentazioni
Serali Turno A: Porta ore 20.30 / Sipario ore 21,00
Serale Turno B: Porta ore 17.30 / Sipario ore 18,00

Il presente programma potrà subire variazioni, indipendenti dalla volontà degli organizzatori, che saranno comunicate tempestivamente secondo gli usi.
A spettacolo iniziato non sarà consentito l’ingresso in platea.

INFO 099.4725780/366.3473430 www.teatropubblicopugliese.it /taranto  [email protected]

Condividi:
Laureata in Lettere Moderne. Giornalista. Ha partecipato al Corso di Giornalismo dell'Ordine dei Giornalisti di Puglia. 2 figli. Ha lavorato per alcune emittenti televisive locali: Videolevante, Studio 100, Telerama, Jotv, Tele.5 (in qualità di direttore). Ha collaborato con Taranto Sera, Voce del Popolo, Paese Nuovo (allegato de L'Unità), Pigreco, Tarantoggi, Primaveraradio (circuito Popolare Network), Magazine (in qualità di direttore), Edili, Radiocittadella. Ha curato numerosi uffici stampa, tra cui il Comune di Lizzano e l'Associazione Musicale della Magna Grecia, Magna Grecia... il Premio (Provincia di Taranto), Crest, VIALIBERA. Ha condotti programmi televisivi e radiofonici.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)