Corso di Laurea in Scienze e tecniche dello Sport a Taranto, si parte

 

pubblicato il 18 Giugno 2019, 18:02
4 mins

Saranno 60 i posti disponibili per il nuovo Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dello Sport che partirà a Taranto con l’anno accademico 2019 – 2020. Tutte le informazioni saranno a breve rese note sul sito dell’Università degli Studi di Bari, alla pagina “Corsi di Studio a Numero Programmato”, ma già si può dire con certezza che si tratta di una grande opportunità per il territorio jonico e, soprattutto, per tutti quei giovani che hanno conseguito la Laurea triennale in Scienze Motorie e che intendano completare in sede il percorso di studi con una Laurea specialistica (biennale) “legata al territorio” che sicuramente potrà garantire significative prospettive occupazionali nei prossimi anni, senza necessariamente migrare in altre regioni per studio o per lavoro. La nota è di Mino Borraccino, assessore regionale allo Sviluppo Economico.
L’obiettivo del corso di laurea sarà quello di formare veri e propri professionisti in grado di promuovere lo sport come volano per l’economia turistica del nostro territorio, puntando ad un “turismo attivo ed ecosostenibe” in un’area da sempre vocata allo sport e dal forte bisogno di rilancio della qualità della vita.
“L’arco jonico – salentino rappresenta, infatti, una eccezionale ‘palestra’, un ‘impianto sportivo’ a cielo aperto – ne è convinto Borraccino -, in un contesto naturale dove studenti universitari e ricercatori potranno approfondire, sperimentare e applicare le più recenti scoperte sul rapporto tra sport – turismo – benessere – sviluppo del territorio. Con queste finalità ho promosso e sostenuto questa significativa iniziativa con la presentazione di un emendamento alla legge di bilancio che ha stanziato 300.000 mila euro in un triennio per renderla possibile. Ora questo progetto sta diventando realtà, grazie anche alla proficua collaborazione tra i vari livelli di governo del territorio e l’Università di Bari, in persona del Rettore, prof. Antonio Uricchio che ringrazio. Un ringraziamento particolare va poi al prof. Francesco Fischetti dell’Università di Bari, coordinatore del progetto e delegato del Rettore ai Servizi Sportivi”.
Il Corso di Laurea farà tesoro dell’esperienza ormai consolidata dell’Uniba, ma sarà adeguato e aggiornato alle esigenze locali con discipline come Vela, Sport d’acqua e del mare, Orienteering, Fitness, Beach Sport, Organizzazione dell’Impresa sportivo-turistica ecc., tutte discipline che gli studenti potranno scegliere nell’ambito dei Crediti Formativi Universitari a Scelta. Non mancheranno, poi, gli insegnamenti caratterizzanti per la formazione dei Tecnici Sportivi di Quinto livello Europeo, nelle varie discipline, e la formazione dell’Insegnante di Scienze Motorie (Educazione Fisica) nella Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado oltre che gli insegnamenti per la Formazione dell’Insegnante di Scienze Motorie nella Scuola Primaria secondo i più recenti sviluppi normativi.
“Con questo nuovo traguardo – conclude l’assessore – il sistema universitario pugliese delle Scienze Motorie e dello Sport, che vede già una rete ben articolata tra le università pugliesi di Foggia, Bari e Lecce, affigge un altro solido tassello quale opportunità occupazionale per i giovani pugliesi nell’ambito dei servizi sportivi ‘di qualità’, confortati dalle statistiche recentemente rese note da ‘Alma Laurea’ che indicano come le lauree ‘sportive’ producono migliori tassi di occupazione tra i giovani laureati”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)