Rinvenuta tomba a camera del II a.C. in via Maturi

 

I particolari sono stati illustrati nell'ex refettorio del sant'Antonio dalla Soprintendenza Archeologia
pubblicato il 15 Giugno 2019, 13:07
51 secs

Dopo essere stata rinvenuta una tomba a camera con sette inumazioni, databile al II sec. a.C., nel sottosuolo in via Maturi, a Taranto, durante una indagine stratigrafica condotta nell’ambito dell’attività di Archeologia Preventiva, a seguito di richiesta dell’Enel per il posizionamento di un tratto di rete interrata, è stata presentata durante le giornate dell’Archeologia 2019. Ricco il corredo trovato, in fase di restauro presso il laboratorio della Soprintendenza, composto da vasellame, coroplastica votiva, manufatti metallici. I particolari sono stati illustrati nell’ex refettorio del sant’Antonio dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto, alla presenza dell’assessore comunale all’Urbanistica Augusto Ressa.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)