Aggiornamenti dal MiSE sul piano di riconversione economica di Taranto

 

Prosegue il lavoro di preparazione in vista del Tavolo Istituzionale Permanente previsto il 24 giugno presieduto dal Ministro Di Maio
pubblicato il 13 Giugno 2019, 18:49
2 mins

Nuove importanti notizie del MiSE sul “Piano di riconversione economica di Taranto“. Dopo l’insediamento della Commissione Speciale per la riconversione economica della città di Taranto, avvenuto lunedi nella città dei Due Mari alla presenza di una delegazione del Ministero dello Sviluppo Economico, si è riunito ieri a Roma, per la seconda volta in meno di un mese, il Nucleo Tecnico che sta istruendo i progetti che verranno discussi e deliberati nella prossima riunione del Tavolo Istituzionale Permanente.

I componenti esterni della Commissione Speciale (Mariadele Di Fabbio, Cristiano Galbiati, Tiziana Giacoma Gallo, Antonio Domenico Grieco, Eleonora Rizzuto, Angelo Raffaele Tursi, Giammaria Zilio), individuati grazie ad una procedura di selezione aperta avviata dal Ministero dello Sviluppo Economico, coadiuveranno nelle prossime settimane la Presidenza del Tavolo Istituzionale Permanente nella stesura del piano di riconversione economica del territorio tarantino.

Il Nucleo Tecnico, che vede coinvolti gli uffici di tutte le amministrazioni che fanno parte del Tavolo Istituzionale Permanente, è impegnato in questi giorni per dare concreta attuazione ai 42 progetti del Contratto Istituzionale di Sviluppo per Taranto, e nella selezione di ulteriori progettualità strategiche per la riconversione dell’area.

L’esito dei tre gruppi di lavoro del Nucleo Tecnico – Taranto Nuova, Taranto Attrattiva, Taranto Sana Sicura e Sociale – sarà discusso il 24 giugno, alla presenza delle più alte rappresentanze istituzionali.

Nella giornata di ieri si è tenuto un incontro coordinato dal capo segreteria tecnica del Ministro Daniel De Vito con ICE, le direzioni competenti del Mise e le rappresentanze del mondo imprenditoriale tarantino al fine della costruzione di un piano ICE per il territorio ionico per favorire la valorizzazione anche internazionale delle produzioni locali.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)