Progetti per Taranto, in arrivo 90 milioni

 

Avviata l'istruttoria per liberare le risorse da parte del MiBAC. Melucci: "Abbiamo lavorato duro"
pubblicato il 07 Giugno 2019, 10:35
4 mins

Dopo due mesi di incontri istituzionali e tecnici molto impegnativi, l’Amministrazione comunale, con una nota, fa sapere che è stata destinataria della missiva che avvia formalmente l’istruttoria definitiva volta a liberare le risorse finanziarie di cui alla Delibera Cipe n. 10/2018 da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
A scrivere al sindaco Melucci è stata l’Autorità di Gestione del Piano Operativo ‘Cultura e Turismo’, in persona dell’architetto Dora Di Francesco, che con grande disponibilità sta seguendo la vicenda del progetto integrato per ‘Taranto – Centro Storico’, i cui interventi come noto ricadono nella programmazione del Contratto Istituzionale di Sviluppo per l’Area di Taranto.
La nota giunge all’indomani dei sopralluoghi su tutti i siti oggetto delle schede elaborate dal Comune di Taranto, eseguiti da una delegazione nutrita dello stesso dicastero, del Ministero per il Sud e della locale Soprintendenza Archeologica.
“Sono davvero emozionato – ha sottolineato nella nota il sindaco Melucci -, abbiamo lavorato duramente e seriamente per questo traguardo, ringrazio tutti coloro che in questo ultimo anno hanno reso possibile che le nostre schede progettuali fossero valutate positivamente dal Ministero e fossero in così breve tempo oggetto della convenzione che ci assegnerà ben 90 milioni di euro”.
Questa iniziativa, prosegue la nota, cambierà per sempre il volto della Città vecchia, di parte del Borgo Umbertino e della zona dei Docks di Porta Napoli, trasformazioni che richiederanno cantieri innovativi ed impegnativi, ma che sono sicuro influiranno molto positivamente sulla qualità della vita dei nostri cittadini, sull’attrattività generale di Taranto, persino sul possibile ripopolamento del nostro meraviglioso centro storico.
“Una grande emozione e soddisfazione – aggiunge Melucci – che si aggiunge all’approvazione del Dpp e del Peba e dimostra che tutti i nostri sforzi per Taranto stanno dando buoni frutti e vengono finalmente ripagati.”
Proprio nei giorni scorsi, come accennato, L’Amministrazione ha ospitato la delegazione per una visita della città finalizzata alla conoscenza diretta delle aree e degli immobili inseriti nel Piano di Interventi elaborato dal Comune di Taranto.
Dopo un primo sopralluogo nel quartiere Tamburi per prendere visione delle aree interessate dalla Forestazione Urbana, la delegazione, accompagnata per l’Amministrazione dall’assessore Giovanni Cataldino e dall’assessore Augusto Ressa, e dal dirigente architetto Mimmo Netti, ha effettuato via mare il periplo della Città vecchia, soffermandosi in corrispondenza delle mura aragonesi e dei palazzi con affaccio sul Mar Grande dei quali è previsto il restauro.
La visita, presenti anche l’ammiraglio Salvatore Vitiello e il soprintendente, architetto Maria Piccarreta, è proseguita nell’isola avendo come tappe il Palazzo Troilo, il Palazzo Delli Ponti e il Palazzo D’Ayala.
L’incontro si è concluso con un tavolo tecnico presso la Prefettura, nel corso del quale l’architetto Dora Di Francesco, Dirigente per la Programmazione Strategica Nazionale e Comunitaria del Segretariato generale MIBAC, ha, fra l’altro, raccolto le osservazioni dei presenti, concordando l’iter procedurale per portare a buon fine il programma di investimenti, rimandando ai prossimi tavoli tecnici fissati a Roma per l’11 giugno prossimo.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Un Commento a: Progetti per Taranto, in arrivo 90 milioni

  1. Fulvia

    Giugno 8th, 2019

    Per ora è da vergognarsi del centro storico specialmente la discesa Vasto, mai visto un degrado del genere. Spero che i soldi non servano a rimpinguare le tasche di chi li gestisce come al solito.

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)