Palazzo Uffici, i lavori ora possono partire

 

E' efficace da ieri l'aggiudicazione all'ATI che ha prevalso nel bando per i primi lavori allo storico edificio
pubblicato il 22 Maggio 2019, 19:44
2 mins

E’ a tutti gli efficace l’aggiudicazione all’associazione temporanea d’imprese, composta da Quadrato Divisione Industria srl e Consorzio Stabile Sinergica, per la realizzazione dei primi interventi di riqualificazione di Palazzo degli Uffici. Le due società si erano infatti aggiudicate a marzo il bando pubblicato lo scorso gennaio per 1.155.056,320 euro, ribassando del 20% la base d’asta. L’ok è arrivato ieri dalla Direzione dei Lavori Pubblici, dopo la verifica e l’analisi del Durc, certificati del casello giudiziale, verifica della regolarità fiscale, visure camerali e certificazione antimafia.

L’intervento prevede, lo ricordiamo, lo smontaggio delle vecchie strutture di cantiere, la messa in sicurezza dei pinnacoli presenti sui prospetti di piazza della Vittoria e piazza Archita, la bonifica e rimozione delle lastre di amianto e dei teli in polietilene, la rimozione di diversi controsoffitti, dei passaggi sulle murature portanti e delle stesse murature ante operam, fino alla realizzazione dei solai di irrigidimento nei vani scala abbattuti e al risanamento dei solai esistenti.. È già in fase di progettazione, inoltre, la ristrutturazione di facciate, prospetti e infissi, procedura che verosimilmente si concluderà entro l’anno per finalizzare il mutuo contratto con la Cassa Depositi e Prestiti.

Inoltre, come si ricorderà, la settimana scorsa a Roma, in occasione di un nuovo incontro tra l’amministrazione comunale e il al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per fare il punto sugli interventi di riqualificazione della città, sarebbe stata finalmente individuata, infatti, la copertura finanziaria per il completamento delle ristrutturazioni dello storico edificio.

Condividi:
Share
Gianmario Leone, nato a Taranto il 2/1/1981, laureato in Filosofia, docente di Storia e Filosofia, per 8 anni opinionista del quotidiano "TarantoOggi" nel settore, ambiente, politica, economia, cultura e sport, collaboratore e referente per la Puglia dal 2012 de "Il Manifesto" e del sito "Siderweb", collaboratore dal 2011 al 2015 del sito di informazione ambientale www.inchiostroverde.it. Ha collaborato nel corso degli anni anche con altre testate on line o periodici cartacei come 'Nota Bene' e 'LiberaMente' ed è un'opinionista di "Radio Onda Rossa" e "Radio Onda d'urto". Collabora con Radio Popolare Salento. Dal 2008 al 2012 ha lavorato per l'agenzia di stampa "Italiamedia". Ha contribuito alla realizzazione del lungometraggio 'Buongiorno Taranto' e al docufilm 'The italian dust'. Nel dicembre 2011 ha ottenuto il “Riconoscimento S.o.s. Taranto Chiama”, "per il suo impegno giornaliero d’indagine e approfondimento sui temi ambientali che riguardano la città". Nel febbraio del 2014 invece ha ottenuto il premio dei lettori nel "Premio Michele Frascaro, dedicato al giornalismo d’inchiesta", indetto dalle Manifatture Knos e patrocinato dall’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti , attribuito in base al voto on line, per la sua inchiesta sul progetto “Tempa Rossa” (Eni), che racchiudeva gli articoli scritti tra il 2011 e il 2012.

Commenta

  • (non verrà pubblicata)