Manduria, un sequestro e 4 denunce per illeciti ambientali

 

pubblicato il 20 Maggio 2019, 12:14
49 secs

I carabinieri della Stazione di Manduria (Taranto) supportati dal Nucleo Operativo Ecologico di Lecce si sono portati in località San Pietro in Bevagna dove hanno proceduto al sequestro di un area di circa 3 mila metri quadrati destinata a parcheggio e utilizzata invece come discarica abusiva. Gli operanti hanno accertato la presenza di rifiuti speciali, pericolosi e non, costituiti da inerti da demolizione, materiale plastico vario, pneumatici usurati, lastre in eternit, bidoni contenenti solventi e pitture, sanitari e mobili. In merito i militari provvedevano ad informare le Autorità competenti per i relativi provvedimenti di bonifica.

Nell’ambito della medesima attività gli stessi militari hanno denunciato in stato di liberta, alla Procura della Repubblica del capoluogo jonico, 4 fratelli del posto per aver realizzato e gestito una discarica abusiva di rifiuti pericolosi. I militari hanno individuato, all’interno di una cava dismessa, la presenza di un cumolo di rifiuti pericolosi composto da inerti da demolizione, materiale plastico di vario genere, pneumatici usurati e onduline in amianto. Gli immediati accertamenti hanno consentito ai Carabinieri di identificare i quattro fratelli che hanno realizzato e gestito tale sito come una vera e propria discarica abusiva. I predetti, al termine delle formalità di rito, sono stati denunciati in stato di libertà, mentre il terreno, di circa ventimila mq, è stato sottoposto a sequestro penale. 

(Immagine di repertorio)

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)