Porto, concessione Yilport vicina. Nel weekend ‘Taranto Port Days 2019’

 

Entro maggio si chiuderà l'iter. Ripresi lavori per i dragaggi, intoppi per il Falanto. Quattro giorni di workshop, convegni e visite guidate
pubblicato il 14 Maggio 2019, 21:32
8 mins

L’obiettivo è aprire il porto alla città. Partendo dalle scuole, dalle generazioni future. Per diffondere quella cultura del mare ancora troppo assente in una città che di mari ne ha addirittura due. Paradossi di Taranto. Un’iniziativa pregevole e lodevole in un momento in cui lo scalo ionico è oramai ad un passo dall’ennesimo punto di svolta della sua storia.

Perchè è inevitabile che tutte le attenzioni siano rivolte all’attesa di un annuncio che dovrebbe arrivare entro la fine di questo mese, come ci ha confermato quest’oggi il presidente dell’ADPS di Taranto, Sergio Prete. L’atto di concessione per l’utilizzo della banchina del Molo Polisettoriale per i prossimi 49 anni alla società turca Yilport, per rendere operativo il terminal, è oramai prossimo all’ultimazione. Proprio oggi a Roma si è svolta una riunione dei tecnici di Yilport, per esaminare la bozza del testo dell’atto di concessione. “Entro fine maggio dovremmo concludere il tutto: siamo nell’ultima fase dell’iter, che prevede inoltre l’arrivo delle fideiussioni e l’aumento di capitale di 5 milioni di euro della società Terminal San Cataldo” ci ha riferito Prete.

Novità anche sul fronte dei lavori. Per quanto riguarda i dragaggi, nonostante la grave crisi finanziaria che ha colpito la società, sarà la Astaldi a completare i lavori, che ha già ripreso le attività interrotte nei mesi scorsi. Venerdì ci sarà un incontro tra la società e l’Authority dove sarà discusso il nuovo cronoprogramma delle attività che non dovrebbe discostarsi troppo dal termine inizialmente previsto, ovvero gennaio 2020.

Per quanto riguarda invece i lavori per la Nuova diga foranea di protezione del porto fuori rada di Taranto – Tratto di ponente, è stata affidata progettazione esecutiva, la direzione dei lavori ed il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione al costituendo RTP S.J.S. Engineering sri/E&G srl/geol. Teodoro Aldo Battaglia, con sede in Roma (Rm), per l’importo di € 66.908,71 (euro sessantaseimilanovecentotto/71) al netto dell’offerto ribasso pari al 57,837%, costi per la sicurezza per rischi di natura interferenziale non sussistenti. Successivamente sarà avviata la procedura per l’appalto dell’esecuzione delle opere.

Infine, si sono verificati dei problemi per quanto riguarda il centro servizi polivalente Falanto, in quanto la ditta che ha vinto l’appalto dei lavori ha dovuto interromperli per adeguare il cantiere a delle norme sulla sicurezza. Prete ha detto che “l’ultimo cronoprogramma prevedeva il termine dei lavori ad agosto: questi ulteriori problemi al cantiere faranno slittare la conclusione ad ottobre. Ci auguriamo che il cantiere chiudesse entro la fine dell’anno, pronto per la prossima stagione crocieristica“. Questo perché i lavori della banchina di levante del molo San Cataldo sono bloccati da un ricorso al Tar (si spera di sbloccare il tutto entro l’estate), costringendo quindi le navi da crociera ad ormeggiare alla banchina di ponente. Lavori che diventerebbero funzionali anche al Waterfront, che dovrebbe mettere in connessione la città, in particolare la Città Vecchia, con lo scalo marittimo. Il tutto all’interno di una visione del tutto nuova della città sul fronte del turismo e dell’accoglienza. Concludendo con le navi da crociera, giovedì ne arriverà una da 1.800 passeggeri, con il programma che prevede un approdo al mese sino ad ottobre.

L’evento “Taranto Port Days 2019”

L’evento “Taranto Port Days 2019”, organizzato dall’International Propeller Clubs Port of Taras e con il patrocinio del Comune di Taranto, avrà luogo dal 17 al 20 maggio, quattro giorni di workshop, visite e laboratori, giornate speciali durante le quali si abbattono i confini tra la città ed il suo porto ed i Cittadini possono riconnettersi alla principale risorsa del capoluogo jonico: il Porto, il Mare. Tutte le attività saranno gratuite e aperte alla cittadinanza previa iscrizione al seguente indirizzo email: [email protected] Per maggiori informazioni e aggiornamenti sugli eventi sono attive le pagine Facebook, Twitter e Istagram del @PortodiTaranto e @propepellercluboftaras. L’evento, che rientra nell’iniziativa Italian Port Days 2019 promossa dall’Associazione dei Porti Italiani, Assoporti, al fine di condividere, con le altre AdSP nazionali, un’attività di promozione congiunta e coordinata caratterizzata dallo slogan “opening port life and culture to people”, è stato presentato quest’oggi presso la sede dell’Autorità Portuale di Taranto, dal presidente Sergio Prete dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio e dal presidente Michele Conte del The International Propeller Club Port of Taras.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2019/05/13/porto-al-via-taranto-port-days-2019/)

Gli obiettivi di Autorità Portuale e Propeller Club

La nostra volontà è quella di creare una simbiosi tra la città e il porto: sarà importante partecipare a tutti gli incontri previsti nei prossimi giorni. Siamo in attesa che la Regione approvi il Piano Regolatore che renderà pubbliche diverse aree come il molo San Cataldo e il Falanto” ha detto Prete. A cui ha fatto eco Michele Conte: “Quella che si apre è una nuova fase di conoscenza: non a caso partiamo dalle scuole alle quali racconteremo tutte le opportunità di impegno, lavoro e futuro può portare la vita portuale“.

Le attività in programma

L’inaugurazione dell’evento avverrà venerdì alle 18.30 sul tema “Il Porto del futuro”, con “l’aperitivo dell’innovazione presso il Balab in porto”. Sabato, è il turno delle scuole: alle 9.30 ci sarà la visita guidata in bus, seguita dal concorso d’arte estemporanea; alle 16 i bambini dell’associazione Simba visiteranno il porto di Taranto dal mare. Sempre sabato alle 11, è in programma una visita guidata del faro di San Vito, con partenza da piazza Castello, mentre alle 16.30 nel salone degli specchi a Palazzo di Città, si terrà il convegnoIl waterfront come strategia di rigenerazione urbana e connessione Porto-Città”. Alle 19, invece, Officina Maremosso (via Costantinopoli 58) ospiterà il reading letterario dedicato al mare. Domenica il porto di Taranto ospiterà una visita guidata in bus aperta alla cittadinanza (con partenza alle 10 da piazzale Democlate) e in mare, a bordo della nave Clodia (con partenza alle 12.30 sempre da piazzale Democlate). Sempre domenica alle 17.30 ci sarà un concerto di musica classica in collaborazione con l’istituto Paisiello (Molo S. Eligio). Lunedì, infine, di nuovo al Teatro Fusco (alle 17.30), per la rassegna Corto2mari, saranno proiettati i cortometraggi del Festival del Cortometraggio dei Mari.

(leggi qui tutti gli articoli sul porto https://www.corriereditaranto.it/?s=porto)

Condividi:
Gianmario Leone, nato a Taranto il 2/1/1981, laureato in Filosofia, docente di Storia e Filosofia, per 8 anni opinionista del quotidiano "TarantoOggi" nel settore, ambiente, politica, economia, cultura e sport, collaboratore e referente per la Puglia dal 2012 de "Il Manifesto" e del sito "Siderweb", collaboratore dal 2011 al 2015 del sito di informazione ambientale www.inchiostroverde.it. Ha collaborato nel corso degli anni anche con altre testate on line o periodici cartacei come 'Nota Bene' e 'LiberaMente' ed è un'opinionista di "Radio Onda Rossa" e "Radio Onda d'urto". Collabora con Radio Popolare Salento. Dal 2008 al 2012 ha lavorato per l'agenzia di stampa "Italiamedia". Ha contribuito alla realizzazione del lungometraggio 'Buongiorno Taranto' e al docufilm 'The italian dust'. Nel dicembre 2011 ha ottenuto il “Riconoscimento S.o.s. Taranto Chiama”, "per il suo impegno giornaliero d’indagine e approfondimento sui temi ambientali che riguardano la città". Nel febbraio del 2014 invece ha ottenuto il premio dei lettori nel "Premio Michele Frascaro, dedicato al giornalismo d’inchiesta", indetto dalle Manifatture Knos e patrocinato dall’Ordine Nazionale e Regionale dei Giornalisti , attribuito in base al voto on line, per la sua inchiesta sul progetto “Tempa Rossa” (Eni), che racchiudeva gli articoli scritti tra il 2011 e il 2012.

2 Commenti a: Porto, concessione Yilport vicina. Nel weekend ‘Taranto Port Days 2019’

  1. Maggio 14th, 2019

    Si attende la sentenza del TAR prevista il 5 Giugno, se non vi saranno ulteriori rinvii. Peraltro appellabile.
    La procedura prosegue, ma è sub iudice.

    Rispondi
    • Gianmario Leone

      Maggio 15th, 2019

      Buongiorno, si sappiamo che il 5 giugno c’è l’udienza di merito. Ma difficilmente il Tar cambierà posizione rispetto alla decisione di febbraio.
      Saluti

      Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)