Taranto-Bitonto allo Iacovone (ore 16) per i play off

 

pubblicato il 11 Maggio 2019, 17:37
3 mins

Sono 12 i punti di differenza in stagione regolare tra Taranto (71 punti) e Bitonto (59), due delle quattro protagoniste degli inutili (?) play-off del campionato di serie D girone H.
Play off : una dicitura inutile visto che, rispetto a quanto accade di norma in appendice alla stagione in altre serie ed in altri sport, chi li vince non ottiene nessun risultato immediato – leggasi promozione – ma solo un ipotetico piazzamento migliore in una griglia dalla quale si potrebbe attingere un certo numero di club – previa presentazione di domanda – per un eventuale ripescaggio in serie C. Altra stortura della Lega Nazionale Dilettanti che andrebbe rivista.

Domani, alle 16.00, la squadra rossoblù allenata di Panarelli ospiterà allo Iacovone un avversario temibile ma non insormontabile. Nella doppia sfida di campionato il Bitonto pareggiò (1-1) a Taranto nella gara di andata e perse (0-1) in casa propria.Tra le file dei baresi, che fuori casa hanno sinora ottenuto 7 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte, da tenere d’occhio l’attaccante Patierno, capocannoniere con 21 reti del girone H-
I neroverdi, che ricordiamo la scorsa stagione hanno vinto il campionato di Eccellenza, sono da considerare una vera e propria sorpresa di questa stagione, essendosi guadagnati in campionato un ruolo rispettabile visto che hanno dato filo da torcere praticamente a ogni squadra.
In casa Taranto saranno tre gli indisponibili per questa sfida ad eliminazione diretta ossia gli infortunati Marsili (centrocampista), Pellegrino (portiere) ed Esposito (mezza punta).

A parlare alla vigilia del match in casa Taranto è stato l’attaccante Favetta (13 reti stagionali per lui) che del Bitonto ha una buonissima opinione: “In questa stagione l’abbiamo incontrata due volte. E’ una squadra ostica, furba, scaltra e molto rognosa. Dovremmo essere bravi noi a rendere questa partita facile con il nostro gioco. Sarà importante mettere in campo più cattiveria di loro”.
Quella cattiveria che è mancata a Sorrrento ,domenica scorsa, ma per la quale il bomber campano ha una spiegazione: “Si è trattato di un episodio, una parentesi negativa. Abbiamo perso secondo me più per un problema mentale che fisico, siamo andati lì forse un pò troppo rilassati. Adesso la partita con il Bitonto sarà fondamentale e vogliamo vincerla a tutti i costi non pensando di avere comunque 2 risultati su 3 a favore ( in caso di pareggio il regolamento prevede che passi la squadra meglio classificata in regular season, ndc)”.
Favetta, infine, ha tracciato un bilancio della stagione sino ad ora: “Penso che sia stata un’annata positiva, anche se poteva finire molto meglio con la vittoria del campionato. Come squadra, c’è proprio il rammarico per non aver vinto anche se adesso bisogna guardare avanti e pensare a questi play-off. Questi spareggi dobbiamo vederli come una possibilità di riscatto per la non vittoria del torneo”.

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)