Riti Settimana Santa: spenti i clamori per le ‘Gare’, ci si avvicina ai pellegrinaggi

 

pubblicato il 15 Aprile 2019, 11:28
4 mins

Spenti i clamori per le aggiudicazioni dei simboli (che, come ben sapete, da anni per scelta evitiamo di spettacolarizzare con la pubblicazione delle cifre, pur rispettando le scelte alttrui), la città si prepara agli appuntamenti del Giovedì e Venerdì Santo. Insomma, si entra nel vivo per la preparazione dei Riti.

Come anticipato ci saranno delle novità per quanto riguarda gli altari della reposizione nelle quattro chiese in Città vecchia. Innanzitutto sarà possibile visitare quello del santuario della Madonna della Salute, riaperto a dicembre dopo oltre trent’anni di chiusura, che sarà realizzato sviluppando il tema della bellezza della Madonna, simbolo di redenzione. Gli artistici allestimenti nelle altre tre chiese saranno invece ispirati alle tre parole consegnate dall’arcivescovo alla diocesi nel grande incontro svoltosi a San Giovanni Rotondo. Nella basilica cattedrale il tema sarà quello della “Elezione”: ispirandosi alle custodie medievali del Santissimo Sacramento, l’Eucarestia sarà riposta in una colomba sospesa sulla mensa eucaristica mentre davanti alla cripta sottostante vi sarà una barca con le reti, che ricorda la chiamata dei discepoli, eletti da pescatori di pesci a pescatori di uomini. Per San Domenico Maggiore, la parola sarà “Da battezzati a discepoli: nel repositorio troneggerà una riproduzione del bellissimo rosone della facciata, con dodici lampade che rappresenteranno gli Apostoli, chiamati come noi ad ascoltare. ad imparare e annunciare la Parola. Per la chiesa di San Giuseppe, il tema sarà “I Santi della porta accanto”: il repositorio sarà posto in una cornice festosa che riproduce la volta del “cappellone” della basilica, con un nugolo di santi a far da corona a San Cataldo.
Giovedì Santo davanti alle chiese saranno distribuiti dei sussidi cartacei per la visita agli altari della reposizione mentre un impianto di filodiffusione guiderà in un itinerario di preghiera e meditazione.
Le “Sette Parole” in San Domenico
Nella chiesa di San Domenico, oggi, Lunedì Santo alle ore 19 è prevista la celebrazione delle Sette Parole di Nostro Signore in Croce, con meditazione di don Francesco Simone, direttore dell’ufficio dei beni culturali ecclesiastici della diocesi”.
Mysterium Festival
Per la rassegna “Mysterium Festival” stasera alle ore 20 alla Regina Pacis di Lama, è in programma “Vox”, con il Venusia Cello Quintet e il controtenore Maurizio Di Maio. Il fascino coinvolgente delle sonorità del quintetto di violoncelli si fonde suggestivamente con l’incredibile vocalità del controtenore, per esecuzioni che vanno dal repertorio barocco alle musiche originali, in una proposta intrigante e originale.
Via Crucis vivente a Leporano
Sempre Lunedì Santo alle ore 19.30 ha luogo la Via Crucis Vivente a Leporano, giunta alla 24.ma edizione. Circa ottanta figuranti metteranno in scena le ultime giornate di vita terrena di Gesù nello scenario naturale del centro storico. La sacra manifestazione ha la caratteristica di essere tutta dialogata, con i racconti dei vangeli sulla Passione, Morte e Resurrezione. Ideata e voluta dal parroco mons. Pasquale Morelli, la rappresentazione ha trovato subito l’entusiasmo di tutti i leporanesi che collaborano a diverso titolo (costumiste, tecnici delle luci e dell’audio, allestitori delle scenografie).

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)