ArcelorMittal, elezioni RSU: l’UGL punta molto sul rientro dei lavoratori in Cigs

 

pubblicato il 11 Aprile 2019, 17:45
38 secs

Fino a domani, 12 aprile, i lavoratori ArcelorMittal potranno votare i candidati per le elezioni RSU 2019: un percorso lungo e tortuoso avviato dalla UGL circa 18 mesi fa al MISE, dove sono avvenuti gli incontri relativi alla grande vertenza Ilva, oggi ArcelorMittal. Lo afferma una nota del sindacato.

“La sottoscrizione dell’accordo del 6 settembre 2018, ha sicuramente portato alla salvaguardia occupazionale nell’immediato di 8200 lavoratori. Per la nostra organizzazione sindacale si tratta soltanto di un punto di partenza per proseguire, anche a livello locale, col supporto della segreteria nazionale le discussioni in ambito sicurezza e ambientale”: lo dichiarano insieme il segretario generale UGL Metalmeccanici, Antonio Spera e il segretario di Taranto, Alessandro Calabrese: “Presentare una propria lista di candidati, in un momento così complicato non solo per i lavoratori ma anche per la città di Taranto è per la UGL un atto di responsabilità nei confronti dei lavoratori che hanno riposto in noi fiducia.” Intanto, proseguono i sindacalisti, “continueremo le riunioni per programmare il rientro, nel più breve tempo possibile, dei 1700 lavoratori in CIGS, come previsto dall’accordo. Non dimentichiamo i cittadini di Taranto, i quali hanno il diritto di avere una industria che non inquini e rispetti l’ambiente.”

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)