Bonifiche Tamburi, ventilazione scuole e aree verdi

 

Per la ventilazione negli edifici scolastici la commissione giudicatrice valuta 5 offerte. Aree verdi in fase aggiudicazione provvisoria gara
pubblicato il 08 Aprile 2019, 16:41
4 mins

Sono cinque le aziende che si sono candidate a realizzare gli impianti di ventilazione meccanica controllata nelle scuole del quartiere Tamburi. Sono ora in corso le valutazioni delle offerte da parte della Commissione giudicatrice. Entro l’estate i lavori avranno inizio. La gara del valore di circa tre milioni e mezzo di euro (€ 3.439.585,67) è stata pubblicata lo scorso febbraio.

L’area oggetto degli interventi rientra nell’ “Area ad elevato rischio di crisi ambientale” di Taranto (Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 30 Novembre 1990; dichiarazione reiterata poi con la Deliberazione del 11 Giugno 1997) e tra interventi pianificati e in corso di realizzazione del Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto. I plessi scolastici oggetto di intervento sono la scuola primaria e la scuola media inferiore “E. GIUSTI”; la scuola dell’infanzia e primaria “G. B. VICO”; la scuola dell’infanzia, primaria e media inferiore “A. GABELLI”; la scuola dell’infanzia e scuola primaria “G. DELEDDA” e la scuola primaria e media inferiore “U. DE CAROLIS”.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2019/03/13/tamburi-impianti-ventilazione-termini-riaperti/)

Grazie all’intervento verrà assicurata una adeguata ventilazione con ricambi d’aria negli ambienti scolastici. Per gli edifici sono previsti l’installazione di impianti di ventilazione artificiale e filtrazione d’aria con il conseguente miglioramento della vivibilità e della qualità dell’aria all’interno delle scuole, “garantendo la tutela della salute degli studenti, dei docenti e del personale in servizio presso gli Istituti del Quartiere Tamburi” precisano dalla struttura commissariale.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2019/03/14/gara-impianti-ventilazione-scuole-tamburi-la-precisazione-del-comune/)

Per quanto riguarda invece la riqualificazione aree esterne scuole del Quartiere Tamburi del costo complessivo di €.1.173.835,62,è in fase di aggiudicazione provvisoriala gara pubblicata su Gazzetta Ufficciale nel novembre scorso.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2019/02/20/scuole-tamburi-in-arrivo-impianti-di-ventilazione/)

Il progetto prevede la riqualificazione delle aree verdi esistenti e la realizzazione di nuove superficie a verde, l’integrazione di alberi e di siepi, la riqualificazione delle aree pavimentate, dei muretti delle recinzioni e dei cancelli. Ma anche la riqualificazione delle piste e dei campi sportivi esterni, la realizzazione di aree per la lettura e per le attività didattiche all’aperto, di aree gioco. “E non è tutto. Sono previsti anche percorsi sensoriali per l’infanzia, una “little free library” e serre didattiche” aggiungono dalla struttura commissariale.

La fase iniziale dell’intervento ha previsto la caratterizzazione ambientale e l’analisi di rischio sito specifica. L’attività di caratterizzazione, eseguita dal Comune di Taranto a seguito di uno specifico accordo di collaborazione sottoscritto con il Commissario Straordinario, ha previsto la una campagna di indagini geognostiche ed ambientali. L’intervento rientra fra quelli pianificati dal Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto.

(leggi l’articolo https://www.corriereditaranto.it/2018/11/06/scuole-tamburi-bando-riqualificazione-aree-esterne2/)

“Gli interventi che andiamo a realizzare, sia di ventilazione che per le aree esterne, nascono da un percorso di condivisione – ha detto Vera Corbelli, Commissario Straordinario per la Bonifica di Taranto –  Abbiamo effettuato numerosi incontri con i portatori di interesse. Tutte le informazioni sull’intervento che stiamo realizzando sono state divulgate attraverso il sito web del Commissariato nell’ambito del quale è stata prevista una specifica sezione “Spazio open” dedicata proprio al confronto con i cittadini. Inoltre abbiamo organizzato  convegni pubblici per l’illustrazione delle attività ora in corso e che si aggiungono alle azioni già realizzate per le scuole, per la qualità degli edifici e di supporto alla diffusione della cultura ambientale”.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)