ArcelorMittal Italia, la Fim Cisl: “Azienda parli lingua diversa dal passato”

 

pubblicato il 04 Aprile 2019, 19:12
13 secs

Se l’azienda vuole cambiare passo, management e relazioni centrali parlino la stessa lingua“. Così il segretario generale aggiunto della Fim Cisl Taranto Brindisi Biagio Prisciano chiede il ripristino delle regole fondamentali tra Arcelor Mittal e il sindacato: “Se Arcelor vuole portare a Taranto un cambiamento culturale e rilanciare davvero il sito e la città – dichiara – è necessario stringere le fila tra chi gestisce l’azienda e chi le scelte deve metterle in pratica. Continuano a verificarsi gli errori del passato per cui troppi dirigenti omettono di raccontare le vere necessità degli impianti e non portano a compimento i lavori concordati con il sindacato“, dice evocando l’accordo del 6 settembre 2018. “Ci aspettiamo una risposta netta dall’azienda per far sì che gli impegni presi a tutti i livelli e su tutti i frontiin materia di ambiente, occupazione, salute e relazioni sindacali – siano portati a termine“, conclude.

Condividi:
Share
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)