La scuola e il reporter nomade

 

Conclusi gli incontri fra gli studenti di 4 scuole della città e Franco Guarino. Momento finale all'Ufficio Scolastico Territoriale
pubblicato il 31 Marzo 2019, 12:23
3 mins

Un bel momento. Uno di quelli in cui la scuola non è soltanto istituzione in cui si somministrano nozioni, ma anche e soprattutto partecipazione. Un luogo simbolo: l’auditorium ‘Summa‘ dell’Ufficio Scolastico Territoriale. Non a caso, perchè aperto al “confronto di idee”, come ha sottolineato il Dirigente dell’U.S.T. dott.Antonio d’Itollo, particolarmente attento e impegnato affinchè la scuola sia per davvero simbiosi d’istruzione e partecipazione, per tutte le sue componenti. Anzi, il dott. d’Itollo ha invitato gli studenti presenti “a sfruttare questo luogo per iniziative culturali”, se si vuole, aperte anche alla comunità, quasi una sorta di ‘scuolattiva‘.

Ed è su questo percorso ideale, ma che negli ultimi anni va trasformandosi in realtà, si è sviluppato il ciclo di incontri tra l’esploratore-reporter Franco Guarino e quattro scuole della città – ‘Archita’, ‘Battaglini’, ‘Pacinotti’ e ‘Vittorino da Feltre’ presenti all’incontro assieme a studenti, docenti e Dirigenti scolastici – in stretta collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale.

Incontri che hanno avuto quali temi il Cilma, la Legalità e le Migrazioni. Temi affrontati con la testimonianza di Guarino, illustre concittadino ex reporter della Rai e consulente ONU, il quale nel corso della sua cinquantennale carriera ha testimoniato con i suoi reportage, spesso duri e pericolosi, le origini di vicende storiche, ma ancora attuali, di tematiche che ci riguardano da vicino.
I racconti di Guarino hanno suscitato molto interesse negli studenti che hanno preso parte agli incontri, perchè fuori dall’ordinario, con una visione differente rispetto al pensare comune.
“Avete avuto l’opportunità di conoscere l’evolversi della nostra società attraverso una testimonianza giornalistica diretta e sul campo di Franco Guarino”, le parole del dott. d’Itollo e questo ha confermato “la volontà di formare anche grazie all’effervescenza di Istituti aperti al dialogo e al confronto di opinioni” proprio come le quattro scuole (“senza togliere nulla alle altre”) che hanno presto parte al progetto ideato e proposto dalla Fondazione Oro6 per il sociale e il nostro giornale.
Dunque, il momento conclusivo nell’auditorium ‘Summa’ ha voluto celebrare l’entusiasmante ciclo di incontri che, si spera, “possa rinnovarsi allargando l’esperienza ad altre scuole nel prossimo anno scolastico” sapendo approfittare dell’enorme patrimonio accumulato negli anni da Franco Guarino. Un patrimonio di un testimone del tempo, a cui è andato il ringraziamento non solo del dott. d’Itollo ma anche delle Dirigenti scolastiche dott.ssa Patrizia Arzeni (‘Battaglini’) e dott.ssa Angela Maria Santarcangelo (‘Archita’) le quali, come anche i colleghi dott.ssa Alessandra Larizza (‘Vittorino da Feltre’) e dott.Vito Giuseppe Leopardo (‘Pacinotti’) assenti all’incontro per impegni improrogabili, hanno collaborato fattivamente, assieme alle docenti degli Istituti, al successo degli incontri.

Condividi:
Share
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)