Piano strategico AdP, il Movimento pro Aeroporto dice basta e plaude alla presa di posizione di Melucci

 

pubblicato il 28 Marzo 2019, 18:56
2 mins

Dopo la presentazione del Piano strategico per gli aeroporti da parte di AdP, il Movimento di Associazioni e Cittadini jonici per l’Aeroporto di Taranto Grottaglie chiede immediatamente l’attivazione dei voli commerciali (passeggeri di linea) in parità con gli altri scali attivi e non subordinati allo svolgimento di altre attività industriali o spaziali nello scalo ionico.
Il Movimento, che si batte da anni per la riapertura dell’aeroporto, plaude anche alla posizione assunta finalmente a chiare lettere, dal Sindaco e dall’Amministrazione comunale del capoluogo. Il mancato rispetto degli impegni presi dalla Presidenza regionale e gli annunci che non si sono mai tradotti in fatti concreti, secondo il Movimento, “hanno colmato la misura. Se la società Aeroporti di Puglia (di proprietà della Regione Puglia) continua a non voler riservare parità di trattamento tra lo scalo jonico e gli scali di Bari e di Brindisi (gli unici attivi e con traffico passeggeri in costante crescita) e si limita ad esprimere concetti fumosi su altrettanto fumosi e generici piani “strategici”, è ora di lasciare ad altri più capaci il compito di gestire l’Arlotta. Questo, ed altro, il Movimento composto da associazioni e cittadini jonici aveva ribadito durante un incontro istituzionale con il sindaco Melucci tenutosi negli scorsi giorni”.
“Auspichiamo che adesso tutte le forze politiche ed istituzionali di Taranto – continua – si uniscano alla giusta rivendicazione di un completo utilizzo di questa infrastruttura essenziale affinché sia, prima di tutto, al servizio della comunità a cui appartiene. Infatti, un aeroporto è fattore di crescita, di nuovo sviluppo, di aumento dell’occupazione. E il territorio tarantino ha pieno diritto a sfruttare tutte le sue potenzialità dopo aver dato tanto alla Nazione, anche in termini di morti e malattie causate dall’inquinamento della industria pesante”.
Il Movimento cittadino “da ora in poi denuncerà chiunque chiederà un uso differente del sedime aeroportuale di Taranto o darà priorità ad altri fantasiosi e pregiudizievoli utilizzi rispetto ai voli di linea, che debbono invece essere connotati dalle stesse caratteristiche di tutti gli altri aeroporti pugliesi ed italiani. Senza esclusioni di sorta”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)