Molti visitatori alla pinacoteca di San Pasquale

 

Dal giorno dell'inaugurazione, a dicembre, in tanti hanno conosciuto e apprezzato le opere presenti
pubblicato il 23 Marzo 2019, 18:06
2 mins

Sono numerosi i tarantini che dal giorno dell’inaugurazione, il 20 dicembre, stanno ammirando la pinacoteca (con annesso museo dedicato a Sant’Egidio) del convento di San Pasquale Baylon, a Taranto, che ha dato vita nel Borgo a un vero e proprio polo culturale, grazie alla presenza dell’attiguo Museo archeologico nazionale.

La pinacoteca, spiega il direttore, fra Francesco Zecca, ha inteso valorizzare e rendere fruibile tutto il patrimonio artistico-culturale del convento costituito da un’importante collezione di tele di scuola caravaggesca del 1700 (Carella, Olivieri, Fracanzano, Lanfranco e Luca Giordano), da undici opere di arte contemporanea donate dall’autore Giuseppe Siniscalchi, fondatore della corrente artistica del fronteversismo, e da una dell’artista Nardella. Il tutto, senza dimenticare, all’ingresso, il grande murales di Giuseppe Siniscalchi e Domenico Melillo (in arte Frode) dal titolo “Luci ed ombre nel creato”, all’insegna della lotta sociale contro la devastazione ambientale ed umana arrecata dallo stabilimento siderurgico. Nelle stesse sale sono da ammirare anche percorsi legati a Sant’Egidio (al quale è intitolata la pinacoteca) con le sue reliquie e i tesori della regina Amalia e del convento. Nell’ambito della medesima struttura, ogni venerdì si svolgono laboratori di educazione alla bellezza, che stanno coinvolgendo a turno le classi del ‘Vittorino da Feltre’, e le sedute del progetto di alternanza scuola-lavoro della durata di cinquanta ore per i ragazzi del “Pitagora”, finalizzato alla realizzazione di video per la sponsorizzazione della pinacoteca.

Questi gli orari delle visite: il giovedì e venerdì dalle ore 17 alle 19.30; il sabato e la domenica dalle 9 alle 11.30 e dalle 7 alle 19.30. L’accesso alla pinacoteca, dotata di sofisticati sistemi di allarme e di videosorveglianza, è gratuito.

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)