A Grottaglie si rinnova la mostra “Mulieribus”

 

pubblicato il 22 Marzo 2019, 23:12
4 mins

Al via la sesta edizione di “Mulieribus”, la mostra d’arte organizzata in occasione della Giornata internazionale della donna, ideata dal professor Oronzo Mastro, che verrà inaugurata il 23 marzo alle ore 18:00 nell’atelier della “Bottega Mastro”, a Grottaglie. 

Il manifesto della collettiva dedicata al mondo femminile, per la sua sesta edizione ritrae Maria Blasi, madre e faro luminoso della vita artistica e umana del maestro.

“Siamo giunti alla sesta edizione – ha dichiarato Mastro – di una mostra che vuole essere un omaggio all’universo femminile, con le sue problematiche, le sue conquiste, il suo fascino, il suo fondamentale ruolo nell’ambito famigliare e in quello del mondo del lavoro. Ma vuole essere anche un momento di riflessione per ricordare tutte quelle donne uccise per mano di un uomo. Una mattanza di donne che non tende a fermarsi, anzi si arricchisce giorno dopo giorno di nuove efferate atrocità. L’Italia, fino allo scorso anno, era è una nazione che dal punto di vista legislativo e giurisprudenziale, si era evoluto in tal senso. Purtroppo, però, il gap culturale che non si è riuscito a colmare negli anni, si sta acuendo, facendo tornare il nostro Paese ai periodi bui e impedendo alla nostra nazione di potersi definire un Paese civile”.

Saranno cinquantuno gli artisti provenienti da tutta Italia, che esporranno i loro lavori, suddivisi fra opere pittoriche, fotografiche, scultoree e ceramiche: Maria Arces, Domenico Arces, Claudio Ardizio, Paolo Borile, Tania Bassi, Cinzia Brena, Alfredo Caldiron, Maria G. Campagnolo, Eugenio Cerrato, Giannina Cobatto, GP Colombo, Elisa Comotti, Gerard Daran, Federica De Icco, Vincenzo De Filippis, Vittorio Di Leva, Tommy Ducale, Giuseppe Formuso, Elda Gavelli, Rita Intermite, Ingrid Eleni Kuris, Nino Landolina, Anna Laliscia, Lucia Macrì, Stefania Maggiulli Alfieri, Antonio Mannara, Cristina Mantisi, Rosy Mantovani, Giuseppe Marasciulli, Marcello Mastro, Oronzo Mastro, Pionono Mazza, Enrico Meo, Stefania Miele, Flavia Neglia, Gennaro Orazio, Sara Pala, Anna Rita Palmisani, Michele Pisati, Alessandra Poggi, Laura Polli Fontana, M. Rosaria Quaranta, Tina Quaranta, Gabriella Rodia, Fausta Roussier Fusco, Vincenzo Russo, Renata Saltarin, Eduardo Spagnulo, Giovanni Spagnulo, Pespi Stefani e Valerio Zito.

Durante la serata d’inaugurazione, a descrivere le opere in mostra nell’atelier, sarà la professoressa Vincenza Musardo Talò, storico e critico d’arte.

Come ogni anno, oltre ad ospitare le opere di artisti conosciuti a livello nazionale ed internazionali, la collettiva sarà anche un’occasione per scoprire nuovi talenti artistici.

Sabato 6 aprile, alle ore 18:00, poi, gli attori del laboratorio teatrale “Teatrando”, Raffaella Caso e Paolo Marchese, offriranno le loro voci nella lettura di racconti che narrano la vita del grande Leonardo Da Vinci, del quale quest’anno ricorre il cinque centenario della morte.

L’ultima serata della mostra, domenica 7 aprile, sempre alle ore 18:00, associazioni, società e singoli cittadini, uniti dall’amore per l’arte e dalla sensibilità nei confronti dell’argomento centrale della mostra, consegneranno ad alcuni artisti che espongono le loro opere, una targa di gradimento.

Si potrà visitare la mostra “Mulieribus – sesta edizione”, da sabato 23 marzo a domenica 7 aprile dalle ore 18:00 alle ore 21:00.

L’ingresso alla mostra è gratuito.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)