Ex Ilva, Borracino al Tribunale del Lavoro per udienza su esuberi

 

pubblicato il 19 Marzo 2019, 17:22
49 secs

La Regione Puglia continuerà a stare al fianco del lavoratori ex Ilva collocati in esubero e messi in cassa integrazione da Arcelor Mittal nella battaglia avviata per affermare innanzitutto il diritto alla dignità del lavoro, e allo stesso tempo vigilerà con sempre maggiore attenzione, affinché tutti gli impegni assunti da Arcelor Mittal vengano rispettati fino in fondo“. Lo afferma in una nota l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino, che questa mattina ha partecipato presso il Tribunale del Lavoro di Taranto, alla seconda udienza del giudizio promosso da alcuni dei lavoratori collocati in esubero che lamentano un “comportamento antisindacale, irregolarità e disparità di trattamento“. Secondo Borraccino, quel che emerge dai ricorsi dei lavoratori è che “a parità di competenza e di professionalità, sarebbero stati assunti lavoratori con minori carichi familiari e minore anzianità, al punto da creare ingiustificate disparità di trattamento e una elevata conflittualità tra gli stessi lavoratori“. “Ora spetterà al Giudice del Lavoro di Taranto individuare eventuali responsabilità, sanzionando di conseguenza Arcelor Mittal se saranno accertati i comportamenti illegittimi lamentati, ma – conclude – con la mia presenza oggi in Tribunale (che segue quella del 19 febbraio scorso quando, in occasione della prima udienza, partecipammo sia io che il Presidente della Regione, Michele Emiliano) ho voluto testimoniare concretamente la vicinanza e il supporto del Governo regionale a questi lavoratori“.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)