Il Taranto ospita l’Altamura per onorare la rimonta

 

pubblicato il 16 Marzo 2019, 17:43
3 mins

La sosta del campionato di serie D ha fornito l’occasione all’ambiente rossoblù di metabolizzare la sconfitta di Gravina di due settimane orsono, serrare i ranghi e cercare di trovare le motivazioni giuste per affrontare le otto gare rimaste da qui alla fine della stagione regolare nonostante la depressione in cui è caduta gran parte della sua tifoseria.

Il Taranto domani, ore 15, sarà impegnato allo Iacovone contro l’Altamura, in un match che sarà indicativo di come lo spogliatoio gestito dal tecnico Panarelli abbia reagito dal punto di vista psicologico all’interruzione di una rimonta che sembrava fosse nel pieno della sua realizzazione.

“Sarebbe stato bello arrivare alla sosta con una vittoria ma dobbiamo continuare il percorso fatto finora, non ci possiamo rimproverare davvero nulla ad eccezione dell’ultima gara giocata. Davanti corrono e non ci possiamo più permettere passi falsi. Dobbiamo pensare alle ultime 8 gare rimaste e provare a fare quanti più punti possibili “ – ha esordito nella conferenza stampa pre gara il portiere rossoblù Vittorio Antonino (nella foto mentre para un calcio di rigore), una delle note più liete delle stagione rossoblù, un under che ha dimostrato di avere le spalle larghe in un ruolo davvero delicato.

Negli ultimi giorni un po’ tutti i giocatori, nelle dichiarazioni rilasciate ai vari organi di informazione, si sono affannati a dichiarare che bisogna comunque continuare a credere di riprendere il Picerno (8 punti di vantaggio sul Taranto) finchè non sarà la matematica a far deporre le armi; a questa sorta di mantra non si è sottratto nemmeno il portierino jonico:” Il gruppo è rimasto unito e sta pensando a proseguire il proprio cammino”. Saremmo dei pazzi se non ci credessimo, ci sono ancora 8 partite da giocare e dobbiamo ottenere il massimo. Poi se gli altri non sbaglieranno nulla, allora li faremo i complimenti”.
Il Taranto domani dovrà fare a meno degli squalificati Ferrara e Salatino, due under, che sinora si erano ben distinti, specie il primo, nello scacchiere tattico del tecnico Panarelli.

L’avversario di domani, l’Altamura, che all’andata impose un pareggio per 2-2, è attualmente al sesto posto in classifica con 41 punti, di cui ben oltre la metà (22) conquistati lontano da casa. Una formazione, quindi, quella barese, il cui capocannoniere è l’attaccante Palazzo con 9 reti, che in versione esterna riesce ad esprimersi al meglio avendo, sinora, vinto 6 gare, pareggiate 4 e perse solo tre , realizzando 16 reti e subendone 14.

 

Condividi:

Commenta

  • (non verrà pubblicata)