Giovedì sit-in lavoratori Comando Marina Sud

 

Filcams Cgil e Fisascat Cisl a sostegno dei lavoratori delle aziende 'La Lucentezza e la 'Pulitori e Affini'
pubblicato il 16 Marzo 2019, 18:58
46 secs

Filcams Cgil e Fisascat Cisl hanno organizzato per giovedì 21 marzo, dalle ore 10 alle ore 18, dinanzi al Comando Marina Sud a Taranto, un sit-in dei lavoratori delle aziende ‘La Lucentezza e la ‘Pulitori e Affini’, dell’appalto della Marina militare, operanti nei settori pulizia, sanificazione e manovalanza. I sindacati fanno presente che si tratta di 200 lavoratori che dall’1 gennaio scorso vedono il loro parametro contrattuale fortemente ridotto a meno di 350 ore mensili.

In una nota inviata al ministro della Difesa Elisabetta Trenta, ai sottosegretari Raffaele Volpi e Angelo Tofalo, ai componenti della Commissione Difesa e ai vertici della Marina militare, i sindacati evidenziano che “alla fine del 2017 la nuova gara ha previsto il primo taglio delle ore del servizio, colmate per il 2018 dalle risorse previste per il 2016-2018 dal cosiddetto salva-Taranto. Un decreto, quest’ultimo, non rinnovato con la legge di Bilancio 2019. Per questo – sottolineano i sindacati – la stragrande maggioranza dei lavoratori opera dall’1 gennaio con un parametro contrattuale di circa 14 ore settimanali, corrispondente a meno di 350 euro mensili“. Le organizzazioni sindacali chiedono che “il Governo, attraverso le Commissioni parlamentari e di concerto con il Comando della Marina Militare Sud, ricerchi nuove risorse finanziarie per restituire quanto perso, e per ridare una speranza sociale di vita alle 200 famiglie, oggi ripiombate in una inquietante disperazione“.

Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)