‘Taranto Futura’ ci riprova: referendum per chiudere area a caldo

 

Domani conferenza stampa dell'avv. Russo presso la chiesa Sacro Cuore di via Dante
pubblicato il 15 Marzo 2019, 19:42
43 secs

L’avv. Nicola Russo, presidente del comitato referendario “Taranto Futura”, dopo tanti anni ci riprova. Domani infatti è in programma una conferenza stampa, alle ore 12, presso la chiesa Sacro Cuore di via Dante (ingresso laterale via Fratelli Mellone) durante la quale presenterà la richiesta inviata al sindaco Melucci per lo svolgimento di un nuovo referendum comunale che propone la chiusura dell’area caldo del siderurgico ora di proprietà di ArcelorMittal Italia. Il referendum chiede anche l’allontanamento della fabbrica dall’abitato, nel rispetto del principio di precauzione.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

3 Commenti a: ‘Taranto Futura’ ci riprova: referendum per chiudere area a caldo

  1. Piero

    Marzo 15th, 2019

    ma vatt’a cuerch. questi qua pensano che il resto del mondo sia impaziente di buttare miliardi senza ritorno. al massimo chiudono tutto e poi diventiamo come era napoli con i cortei quotidiani lavoro lavoro.
    le cose fanno fatte col cervello… bisogna costringerli piano piano a migliorare l’impianto. dalla chiusura ne guadagnerebbero solo i capipolo wannabe in cerca di un target di votanti per poi potersi guadagnare un qualche posto da politico.

    Rispondi
    • Nicola Russo

      Marzo 16th, 2019

      SOLO IL CONSENSO POPOLARE PUO’ FAR CHIUDERE L’EX ILVA.

      Rispondi
  2. Giovanni Marchitelli

    Marzo 16th, 2019

    Nel frattempo che riusciamo a convincerli PIANO PIANO a migliorare gli impianti, continueremo a contare i morti e le malattie.
    Sperando che capiti sempre agli altri.
    Le cose non CAMBIERANNO MAI perché
    abbiamo una mentalità da PECORONI.
    GLI ALTRI NON VOGLIONO BUTTARE
    VIA MILIARDI, E NOI CHE FACCIAMO?
    ACCETTIAMO DA IGNORANTI QUELLO
    CHE GLI ALTRI DECIDONO A SCAPITO
    DELLA NOSTRA SALUTE A VANTAGGIO
    DEL LORO TORNACONTO.
    TARANTINI, E’ ORA DI SVEGLIARSI
    SE VOGLIAMO DARE UN FUTURO
    ALLA NOSTRA CITTÀ.
    BASTA, LIBERIAMO TARANTO DAI
    VELENI E DALL’IGNORANZA.

    SVEGLIAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)