‘Arlotta’, voli civili: Borraccino fa il punto

 

L'assessore regionale allo Sviluppo economico parla dei lavori e di incontri con player potenzialmente interessati
pubblicato il 15 Marzo 2019, 11:12
3 mins

In occasione del workshop sul turismo svoltosi con molti operatori del settore presso l’aeroporto di Bari-Palese nella giornata di ieri, “ho incontrato il vice presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile, e il direttore generale, Marco Catamerò, per fare insieme il punto della situazione sulle strategie regionali relative alle prospettive di sviluppo delle quattro aerostazioni pugliesi”.  Lo rende noto Mino Borraccino, assessore regionale allo Sviluppo economico. In particolare, per quanto riguarda l’aeroporto ‘Marcello Arlotta‘ di Grottaglie, aggiunge Borraccino, “sono in via di definizione i lavori relativi alla pista di rullaggio e all’ampliamento del piazzale di sosta per gli aeromobili. Queste opere sono già state completamente progettate e finanziate, e si è in attesa della Valutazione di Impatto Ambientale da parte del Ministero di competenza, in modo da poter procedere, poi, speditamente con la loro realizzazione. Nel giro di qualche mese, quindi, sarà possibile realizzare lavori fondamentali per consentire finalmente all’aeroporto di Grottaglie di avere tutte le carte in regola per poter attivare i voli civili tanto attesi da tutto il territorio jonico. A questi lavori, infatti, occorre aggiungere quelli relativi alla manutenzione straordinaria e all’ammodernamento dell’aerostazione, per complessivi 2 milioni di euro già stanziati dalla Regione Puglia e per cui è già stata affidata la progettazione”.

Si tratta di opere altrettanto importanti, commenta l’assessore, “anche perché prevedono l’adeguamento complessivo di tutta l’infrastruttura alle nuove norme antisismiche in modo da elevare gli standard di sicurezza indispensabili per poter partire con i voli di linea per i passeggeri. In questo contesto di grande attenzione del Governo regionale alle prospettive di sviluppo del ‘Marcello Arlotta’, vanno avanti anche le interlocuzioni con compagnie aeree nazionali e internazionali per verificare la possibilità di attivare presto i voli civili, e proprio oggi sono stati avviati colloqui informali con alcuni player potenzialmente interessati a investire sull’aeroporto di Grottaglie, attivando i voli passeggeri per diverse rotte. Questi contatti e queste interlocuzioni sono condotte anche da Aeroporti di Puglia che sta verificando diverse possibilità in modo da consentire, presto, l’avvio dei voli civili a Grottaglie. Il nostro auspicio è di poter comunicare importanti novità in questo senso nel più breve tempo possibile. Quel che è certo – conclude Borraccino – è che non si ferma l’impegno e l’attenzione della Giunta regionale guidata da Michele Emiliano su questo tema strategico per lo sviluppo economico e turistico di tutta la provincia jonica, e io stesso, nella mia qualità di Assessore allo Sviluppo Economico, espressione di questo territorio, continuerò a lavorare alacremente e con grande determinazione per rendere concreta ed effettiva questa prospettiva largamente attesa da tutti i cittadini”.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

2 Commenti a: ‘Arlotta’, voli civili: Borraccino fa il punto

  1. piero

    Marzo 15th, 2019

    fin quando.ci saranno da fare dei lavori la r.p. li fara’ (quanto meno li appaltera’) perche’ ci sono gli interessi degli appaltatori. dare soldi a ryanair come fa x brindisi e bari non se ne parlera’ proprio naturalmente.

    Rispondi
  2. gico

    Marzo 15th, 2019

    Non vorrei essere pessimista, sembra il solito ritornello che precede e accompagna una tornata elettorale ( europee ). Direi di stilare un programma credibile a scadenza. Alla fine se anche questa volta il programma non verrà rispettato la Provincia , il Comune ed tutti gli organi preposti saranno tenuti a togliere ogni tipo di finanziamento ad Aeroporti di Puglia e alla Regione anzi si attiveranno per ampliare e realizzare un aerostazione in Val Basento ( pista E. Mattei ) in collaborazione con la Regione Basilicata e la provincia di Matera .

    Rispondi

Commenta

  • (non verrà pubblicata)