La Uilm denucia problemi di sicurezza nel reparto CCO

 

Problemi di sicurezza all'interno dei reparti CCO (Colata continua) 2 e 3 dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto
pubblicato il 13 Marzo 2019, 18:55
34 secs

Le rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) e i Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) della Uilm di Taranto hanno scritto alla Direzione dello Spesal (Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro) dell’Asl denunciando problemi di sicurezza all’interno dei reparti CCO (Colata continua) 2 e 3 dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto. Secondo i lavoratori e rappresentanti sindacali, lo svolgimento in contemporanea di lavori di manutenzione da parte della ditta d’appalto e la normale attività di ‘colaggio‘ nel reparto mette a rischio sia i dipendenti diretti che quelli esterni.

L’azienda – sostengono Piero Vernile, Vincenzo Corona, Ciro Manini (Rsu) e Fabio Cauccici aveva assicurato che avrebbe fermato o l’attività della ditta o la macchina del colaggio, ma questa mattina sono riprese le attività congiunte. La valutazione dei rischi da interferenze esterne sul lavoro è un capitolo della normativa in materia di sicurezza ampiamente dibattuto perchè la doppia attività può generare delle sovrapposizioni con un aumento del livello del rischio, come vie di fuga ostruite o reazioni sul colaggio. I preposti aziendali – concludono – secondo noi mettono la produzione davanti alla sicurezza e alla salute dei lavoratori”.

Condividi:
Il Corriere di Taranto, i fatti del giorno. Contatta la nostra redazione: [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)