Operazione antidroga della Polizia: magazzino sequestrato in Città vecchia

 

pubblicato il 12 Marzo 2019, 17:27
2 mins

Da alcuni giorni gli agenti dei Falchi avevano messo sotto osservazione un magazzino in via Cava, in Città vecchia, molto frequentato da tossicodipendenti. Durante l’attività, i poliziotti hanno accertato che il locale, diventato una vera e propria “piazza di spaccio”, era anche ritrovo abituale di giovani provenienti da tutta la provincia ionica che spesso consumavano le sostanze stupefacenti anche al suo interno, in una precaria situazione igienico-sanitario.
Nel pomeriggio di ieri, i Falchi, decisi ormai a intervenire per porre fine alla situazione di degrado che da tempo provocava disagio anche ai residenti, si sono avvicinati, confondendosi con i tanti ragazzi che entravano ed uscivano dal locale.
Approfittando di un momento nel quale la porta d’ingresso del magazzino è rimasta leggermente aperta i poliziotti hanno fatto irruzione, sorprendendo diverse persone di ambo i sessi che nel parapiglia generale hanno cercato di disfarsi delle sostanze stupefacenti in loro possesso, provando in alcuni casi anche ad ingerirle.
Il magazzino era completamente allagato dagli scarichi fognari e pieno di rifiuti ed escrementi. Su alcuni tavoli gli evidenti segni del continuo consumo di varie sostanze stupefacenti, ivi compreso tutti gli strumenti necessari per la preparazione delle droghe e numerose siringhe ancora sporche di sangue.
Inoltre, i poliziotti hanno anche accertato la presenza di un allaccio abusivo alla rete elettrica, poi ripristinato dal personale Enel arrivato sul posto.
Il titolare del magazzino, un pluripregiudicato tarantino, con specifici precedenti in materia di droga, presente al momento dell’irruzione, è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti e per furto di energia elettrica.
Mentre un uomo ed una donna entrambi provenienti dalla provincia ionica, trovati all’interno del locale in possesso di alcune dosi di cocaina ed eroina, sono stati segnalati all’A.G. competente come assuntori di sostanze stupefacenti.
Il locale, con il successivo ausilio del personale della Polizia Locale, è stato chiuso per le carenze delle condizioni igienico-sanitarie e, nelle prossime ore, personale addetto provvederà a murare l’ingresso per impedirne l’accesso.

Condividi:
Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)