Scuole chiuse ai Tamburi, ecco la soluzione

 

44 sezioni della 'De Carolis' e della 'Deledda' da lunedì ospiti di 'Vico', 'Gabelli' e 'Giusti'
pubblicato il 08 Marzo 2019, 22:27
2 mins

La Direzione comunale alla Pubblica Istruzione, di intesa con il Provveditore agli Studi e sentiti i Consigli d’istituto interessati, ha predisposto il piano sul quale tutti i soggetti preposti sono a lavoro per la ordinata e rapida attuazione. Detto piano ha la finalità di garantire la ripresa delle attività didattiche sin dalla giornata di lunedì prossimo per tutti gli studenti delle scuole ‘Deledda’ e ‘De Carolis’, le due scuole chiuse temporaneamente dall’ordinanza sindacale nei giorni scorsi e che così tante polemiche ha suscitato. La decisione è in una nota municipale, giunta in serata.

Le società partecipate del Comune e la Polizia locale sono già all’opera per supportare detto trasferimento e vigilare su tutti i plessi coinvolti.

È previsto che gli alunni delle 44 sezioni siano temporaneamente accolti, in tutta sicurezza, presso le scuole ‘Vico’, ‘Gabelli’ e ‘Giusti’, con una opzione anche sulla scuola ‘Alighieri’. In alcuni casi potrebbe rendersi necessario pianificare lezioni sul doppio turno ed in ogni caso non si escludono soluzioni che possano limitare il disagio alla popolazione scolastica e alle loro famiglie.

L’Amministrazione comunale si dice confidente che questa situazione possa coprire lo spazio di poche di settimane, il tempo strettamente necessario alle nuove indagini disposte dall’Ordinanza sindacale n. 9/2019, per ridare serenità ai cittadini.

“Chiediamo a tutti la massima solidarietà e collaborazione per limitare i disagi della popolazione scolastica e di chi opera nel settore dell’istruzione – ha dichiarato il sindaco Melucci -. Ci sgomenta che proteste politiche o di altra natura non vengano lasciate fuori dalle scuole, nel primario interesse dei nostri piccoli. Andiamo avanti risoluti per loro, ma oggi abbiamo veduto fatti indecenti, che non corrispondono all’anima di Taranto. Non escludiamo revisioni dell’ultima ora dei nostri provvedimenti al fine di superare gli ostacoli creati da comportamenti irresponsabili”.

Per comunicati stampa o proposte [email protected]

Commenta

  • (non verrà pubblicata)